Buffon, ecco la nuova lettera (virale)

0
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292

Dopo la prima lettera di un ‘miserabile‘ che Maurizio Zaccone ha pubblicato su identitainsorgenti.it, ne è arrivata subito un’altra da parte dello stesso blogger. Se possibile ancora più dura.

La lettera, il cui titolo ‘Caro Buffon, sappiamo che è dura essere traditi dal migliore amico (l’arbitro)’, pubblicata sempre da Identità Insorgenti, dice già tutto, è un attacco al portiere della Nazionale memore, come abbiamo sottolineato, di qualche incoerenza: ‘Gigi caro -c’è scritto- però è il caso che anche tu riveda qualche partita.
Solo che sono tante; troppe. Sono tutte quelle in cui l’arbitro vi ha favorito.
Quelle che vi hanno fatto vincere illegittimamente.
Dove vi hanno regalato rigori e ne hanno negati ai vostri avversari.
Che vi hanno fatto alzare una Supercoppa a Pechino, vi hanno fatto passare turni di Coppa Italia, vi hanno regalato scudetti ai danni di Milan, Inter e non solo, vi hanno dopato statistiche e tabellini.
Sono tutte quelle partite che ci hanno messo la vergogna in viso con il resto del mondo per lo scandalo Calciopoli.”

Fra le note, si legge anche un attacco all’uomo (“Perché tra iscrizioni all’Università presentando diplomi falsi con relative condanne penali e scommesse milionarie sospette, tra occhi chiusi sul gol di Muntari e insulti ai tifosi “miserabili” non puoi proprio ergerti ad esempio.“) e al sistema Italia (“Ora si torna in Italia. Qui certe cose non succedono“).

NESSUN COMMENTO