Le condizioni di Buffon ora sono un mistero: e se dietro ci fosse una precisa strategia della società?

0
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292

Gigi Buffon è lontano dai campi di gioco dal primo dicembre scorso, l’infortunio al polpaccio si è rivelato più serio del previsto e ancora non sono noti i precisi tempi di recupero. Una situazione misteriosa su cui né la società né il giocatore hanno voluto fornire spiegazioni. Buffon è un simbolo per i tifosi juventini, la fedeltà e l’amore indissolubile per la maglia bianconera hanno fatto di lui un esempio sia dentro che fuori dal campo. Con la piazza c’è un rapporto speciale che probabilmente continuerà anche dopo il ritiro. Il portiere, infatti, sta già studiando da dirigente, non a caso Andrea Agnelli, con il quale ha un rapporto splendido, gli ha già riservato un posto dietro la scrivania. E se Buffon stesse già abituando i propri tifosi al passaggio di consegne?

STRATEGIA- Un’ipotesi che non può essere scartata. Il mese di dicembre è stato ricco di impegni, con gare decisive sia in chiave Champions che in chiave campionato. Sfide disputate in maniera esemplare da Wojciech Szczęsny, che ha incassato un solo gol nelle sei partite giocate contro Olympiacos, Inter, Bologna, Genoa, Roma e Verona, dimostrando di essere pronto a raccogliere lo scettro di Supergigi. Buffon non nutre alcun tipo di gelosia nei confronti del polacco, ma solo tanta stima, ecco perché dietro il suo infortunio potrebbe nascondersi una vera e propria strategia messa in atto in comune accordo con la società. Una trovata intelligente che non ha permesso a nessuno di dubitare sull’affidabilità di Buffon e di testare contemporaneamente Szczesny nelle partite che contano. I tifosi bianconeri devono restare comunque tranquilli, Buffon rientrerà dopo la sosta, pronto a tornare protagonista in Champions e in campionato.

NESSUN COMMENTO