Michael C. Hall: “Dexter tornerà mai in scena? Forse”

Secondo Hall, la serie sul famoso serial killer potrebbe tornare, anche se non ci sono conferme.

0
Fonte Flickr

Michael C. Hall, interprete di Dexter, è ormai diventato un tutt’uno col suo personaggio (e che personaggio!). L’attore ha ammesso di aver faticato parecchio per uscire da quella mentalità e buttarsi su altri generi. “Quando Dexter è finito ho avuto il bisogno di fare cose diverse e ho capito che l’effetto cumulativo di tutte le mie esperienze mi è servito per fare una sorta di ‘dexorcismo‘, liberarmi di lui. Ho usato il teatro per andare altrove, per ristabilire un rapporto con il pubblico. E ho avuto la straordinaria occasione di lavorare con David Bowie al suo ultimo progetto”, infatti, Hall è stato il protagonista del musical del cantante prima della sua morte.

Nonostante gli sforzi dell’attore, è difficile liberarsi di un personaggio che ha avuto un grosso impatto sul pubblico: “La mia partecipazione a Dexter sarà nel primo paragrafo del mio coccodrillo, se mai qualcuno ne scriverà uno, forse nella prima riga. Ma va bene così! Sì, ha aiutato il fatto che lui uccideva solo quelli che lo meritavano, se avesse fatto fuori vecchi e bambini non credo che lo show avrebbe avuto lo stesso successo, magari lo avrebbero apprezzato quelli che ammazzano vecchi e bambini, ma sarebbe stato un pubblico piuttosto limitato per una serie tv. Penso davvero che la serie abbia meritato il successo perché è coraggiosa e sovversiva, perché dipinge il ritratto di un uomo che cerca di essere normale ma che resta un assassino. E il pubblico fa il tifo per lui perché le sue regole creano una sorta di empatia fin dall’inizio.”

Hall, inoltre, ha spiegato il modo in cui si è preparato per affrontare questa esperienza: “Dexter era unico nel suo genere e questo per un attore è una cosa fantastica. Lo era perché era un personaggio per il quale era tutto finzione, in fondo anche i suoi sentimenti. Davvero non provava passione e emozioni come tutti gli altri. E infatti nel tempo cambia, diventa più umano e più fallibile. Prepararsi per essere un serial killer che punisce i cattivi non prevedeva che ci fossero esempi precedenti o libri da leggere, quindi ho dovuto improvvisare: una sera mentre ero a cena a ristorante da solo, mentre pensavo alla serie e al personaggio, vidi un tipo con una faccia strana e decisi che sembrava davvero un assassino. Lo seguii fino a casa. Beh, non sono entrato a casa sua, non l’ho avvolto nella plastica e non l’ho ucciso ma ho provato a ragionare come Dexter e questo mi ha aiutato a capire il personaggio“.

La domanda, però, che si pongono i fan è sempre la stessa, Dexter tornerà? L’attore non ci pensa due volte: “Forse. E’ una possibilità visto come è finita l’ultima stagione. Ma dovrei avere o sentire un’idea che mi facesse capire che vale la pena. Ma, mai dire mai.”

NESSUN COMMENTO