Rose McGowan continua a criticare le star di Hollywood

0
Rose McGowan, Fonte Foto:Google
Rose McGowan, Fonte Foto:Google

I riflettori dei Golden Globes hanno puntato l’attenzione, soprattutto sugli scandali sessuali degli ultimi mesi. Una delle prime denunce venne proprio da Rose McGowan. L’attrice nel corso dei mesi ha criticato molti colleghi di Hollywood, una tra i primi: Meryl Streep.

Dopo la sfilata in nero delle colleghe ai Golden Globes. L’ex attrice di Streghe, ha detto la sua, via Twitter.

“Nessuna di quelle eleganti persone vestite di nero avrebbe alzato un dito per i nostri stupri se io non mi fossi fatta avanti. Non ho tempo per queste falsità di Hollywood”.

Giorni fa, Rose aveva criticato Meryl Streep, tra le prime sostenitrici di Time’s Up. L’aveva accusata di essere ipocrita, perché colpevole di aver taciuto su Harvey Weinstein.

L’attrice premio Oscar, smentì di essere a conoscenza della condotta immorale del produttore e si è presentata in nero ai Golden Globes. Come tanti altri volti noti.

Alle critiche della McGowan si è unita anche Asia Argento. Asia ha sottolineato su Twitter, insieme a McGowan e Rosanna Arquette, di non essere stata invitata ai Golden Globes, né di essere stata coinvolta nel movimento Time’s up.

“Nessuno ha chiesto la mia opinione o di firmare la lettera aperta. Supporto il movimento anche se ne sono stata esclusa”.

La stessa Argento aveva sottolineato durante i Golden Globes, che nessuno dovrebbe dimenticare che è stata la McGowan prima a rompere il silenzio. E aveva aggiunto, che grazie a Rose, lei aveva avuto il coraggio di parlare.

Inoltre, il 30 Gennaio su E! Entertainment, insieme all’uscita del suo libro “Brave”, va in onda il primo episodio di un documentario sulla vita di Rose McGowan.

L’attrice è una delle combattenti più agguerrite nella battaglia contro le molestie sessuali e gli abusi. Infatti, è stata una delle prime a denunciare, anni fa, il produttore Harvey Weinstein. Nonostante l’inclusione di qualcuno che ha provato a farla tacere con il denaro.

NESSUN COMMENTO