Scandalo Weinstein: Gwyneth Paltrow: “Ero una ragazzina, avevo firmato, ero pietrificata”

0

Dopo le dichiarazioni choc per Weinstein di Rose McGowanAshley Judd e Asia Argento arrivano le accuse di Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie.

L’attrice Gwyneth Paltrow racconta un episodio di quando lei aveva 22 anni e aveva appena ottenuto il ruolo da protagonista in Emma.

Gwyneth, racconta come Weinstein la invitò per discutere di lavoro nella sua suite in un hotel di Los Angeles. E rivela che il produttore le mise le mani addosso e provò a spingerla verso la camera da letto, proponendole un massaggio.

«Ero una ragazzina, avevo firmato, ero pietrificata», afferma la star premio Oscar.

Gwyneth rifiutò le avances e si confidò con Brad Pitt, suo fidanzato all’epoca dei fatti. Brad affrontò Weinstein e gli disse di stare lontano da lei. E, poco dopo, il produttore minacciò l’attrice: ”Non raccontare quello che è successo a nessun altro.”

La testimonianza di Angelina Jolie non è molto diversa. “Ho avuto una brutta esperienza con Harvey Weinstein in gioventù. E, come risultato, ho scelto di non lavorare più con lui. Questo comportamento verso le donne in qualsiasi campo, in qualsiasi Paese è inaccettabile.”

“Scioccata e sconvolta” si è detta anche Hillary Clinton. Il comportamento descritto da queste donne non può essere tollerato.” Harvey e il fratello Bob hanno spesso sostenuto a livello finanziario molte cause del partito democratico. Da sempre Weinstein è un finanziatore dei democratici, era molto vicino ai Clinton. La Clinton ha anche aggiunto che darà i soldi di Harvey in beneficenza.

Tutto il mondo di Hollywood è scioccato per queste notizie riguardanti il produttore più potente. Molti affermano che tutti erano a conoscenza di quello che faceva Weinstein alle sue collaboratrici. E tra chi sapeva spicca anche Fabrizio Lombardo, che nel 2004 era capo della Miramax Italia.

La giornalista Sharon Waxman, fondatrice di The Wrap avrebbe scoperto che l’uomo(Lombardo) non aveva la minima esperienza in campo cinematografico. Il suo vero compito era solo «provvedere ai bisogni di Harvey in fatto di donne».

NESSUN COMMENTO