Smartphone ed internet sempre più centrali nella vita degli italiani

0
84
Mobile Phone Social Media Icon Smartphone

Gli Smartphone sono diventati oramai una sorta di appendice del corpo. Il primo pensiero appena alzati, l’ultimo (magari per controllare una chat su Facebook (il login di Facebook si caratterizza per “non scadere di fatto mai” per tanto navighiamo perennemente connessi al social network) prima di andare a dormire). Una vera e propria rivoluzione nel modo di comunicare, di intessere relazioni, di comunicare e fare acquisti. Internet e i social network stanno cambiando profondamente la società: ogni giorno milioni di italiani navigano su internet (sempre più tramite cellulare) magari alla ricerca di un prodotto per poi visualizzarlo (grazie al così detto re-marketing) sulla loro bacheca su Facebook. Internet è una vera e propria piazza virtuale e cambia anche il modo di fare marketing delle imprese italiane che “inseguono” gli utenti su siti internet, pagine facebook, motori di ricerca.

I trends sono molto chiari: gli italiani cercano tramite google, usano sempre più Facebook come strumento di intrattenimento il tutto tramite connessioni mobili (cellulari e tablet). Questa rivoluzione digitale a “tre gambe” (Smartphone, Google, Facebook) trova sempre più imprese pronte ad investire in un marketing che “segue” l’utente ovunque navighi.

Lo smartphone grazie anche alla connettività internet sempre più veloce è diventato un elemento imprescindibile per tutte le fasce di età, come cambia la società italiana l’essere sempre connessi ed avere sempre sotto mano un dispositivo digitale perennemente connesso ad internet e ai social network?

Lo sapevate che è nato prima Facebook e poi la scrittura?

Ovviamente è una “provocazione”, ma è vero che la storia, è stata sempre luogo delle continue innovazioni tecnologiche, sin dalla Preistoria, quando l’uomo iniziò a disegnare sui muri delle caverne, con quei primi graffiti fatti dai 30000 ai 10000 anni fa, si ipotizza con lo scopo di esorcizzare le energie negative e dare buon auspicio contro le forze negative degli spiriti maligni, l’uomo aveva inventato il suo primo Facebook: e lo aveva fatto prima dell’inizio dei sistemi di scrittura!

Le continue rivoluzioni tecnologiche nella storia

Sin dalla nascita della scrittura, dunque, l’essere umano si trovò a contatto con la prima rivoluzione tecnologica, infatti il sistema di scrittura stesso, si opponeva ai tradizionali sistemi di comunicazione orali, e comportava una perdita di gravità strutturale, nel modo di comunicare degli esseri umani, perdita di baricentro che poi si è ripetuta con la nascita della stampa, dei computer digitali, della televisione e della rete internet: nuovi linguaggi che hanno inevitabilmente cambiato il nostro modo di percepire l’esistenza e le nostre abitudini quotidiane.

Mondi digitali ed estensioni del nostro corpo

Se il computer e lo Smartphone, possono dunque rappresentare un’estensione del corpo, un portale che conduce in una dimensione iper-uranica, dove persino il germe della perfezione è svalutato ed esaltato all’ennesima potenza, e sintetizzano un vantaggio evolutivo, dal punto di vista delle informazioni, è anche vero che l’avvento di internet ha creato nuovi problemi nell’antropologia educativa dell’uomo che può navigare su internet 24 ore su 24, e vivere una vita parallela tra i social network che migliorano con il passare degli anni, diventando una tecnologia sempre più invasiva.

I problemi del web: educarsi all’attenzione

Agli aspetti strutturali delle nostre abitudini comportamentali, la nascita di internet, ha riportato conseguenze su tutto l’aspetto educativo, per esempio oggi sin dalla tenera età i bambini sono abituati a navigare in rete, ricercare informazioni e chattare attraverso gli Smartphone, e se molti aspetti della nostra vita sono migliorati qualitativamente sul piano della ricezione delle informazioni, il lato oscuro di questa abbondanza di informazioni anarchiche, continua a creare non pochi problemi, con cui i media si stanno interfacciando: cyberbullismo, ricatti sessuali, l’evoluzione dei contenuti pornografici, le false notizie i cosiddetti fake. La fruizione libera delle informazioni è sicuramente un vantaggio che la nascita del web ha portato nelle nostre case come innovazione, ma bisogna educarsi a capire tutti i pericoli che si possono nascondere dietro lo schermo nero.

Bisogna dunque, nel caso delle fake news controllare sempre la fonte, e verificare se la notizia proviene da una testata registrata, ed è necessario prestare attenzione alle chat, non credere mai a sconosciuti che promettono sesso virtuale, aprire mail che promettono vincite stratosferiche, denunciare il cyberbullismo, e tutta una serie di nuove accortezze che stanno entrando nel sistema educativo tradizionale, e tra qualche anno sentiremo genitori dire ai propri figli: non accettare amicizie dagli sconosciuti in chat! Per approfondimenti rimandiamo a Relazioni Digitali, Marketing – Internet – Società. Esperienze a confronto.

NESSUN COMMENTO