“Ecco il trucco per tornare agli “aiutini”: l’affondo del Fatto Quotidiano contro la Juventus

0
Juventus, fonte Flickr
Juventus, fonte Flickr

Le polemiche sul presunto rigore non assegnato al Cagliari nella sfida contro la Juventus e sul goal di Bernardeschi ha scatenato fior di polemiche. Tra i tanti articoli che sono sorti, segnaliamo l’affondo de ilfattoquotidiano.it che si inserisce a gamba tesa sulla polemica.

Nell’articolo, a firma di Lorenzo Vendemiale, attacca frontalmente il sistema del (o della) VAR. Vi segnaliamo alcuni passi molto significativi: “Godono le grandi, pagano sempre le piccole. Proprio come in passato. Dopo sei mesi di polemiche, picconate continue alla tecnologia (provenienti quasi tutte dalla stessa parte, per nulla disinteressata), sono riusciti a neutralizzare l’effetto democratico della Var. A furia di parlare di “partite troppo spezzettate” e “questo non è calcio”, hanno ottenuto quello che volevano: la moviola viene utilizzata sempre meno. E c’è più spazio di interpretazione (e di manovra)“.

Non solo, proseguendo si spiega anche come si sarebbe arrivati a questo punto: “Il trucchetto, lo stratagemma per tornare a fare i propri comodi, si chiama silent check: trincerarsi dietro al controllo già fatto dagli assistenti, per non rivedere l’episodio. E non essere costretti ad ammettere l’errore. È quello che è successo a Cagliari, ma pure a Crotone. Se Calvarese o Mariani avessero scelto di andare alla Var, di fronte allo schermo e alle immagini inequivocabili dei due falli avrebbero avuto le mani legate: per carità, in Serie A si è visto di tutto, pure negare l’evidenza, ma nelle maggior parte dei casi anche un arbitro un po’ condizionato avrebbe assegnato il rigore. Troppo alto il rischio di esporsi al linciaggio mediatico. Così, invece, è tutto più semplice.”

Insomma, sembra proprio che le polemiche non accennino a placarsi.

NESSUN COMMENTO