Ancora attacchi a Gerusalemme da parte di palestinesi

0

Continuano gli attacchi da parte di palestinesi a Gerusalemme nonostante i posti di blocco imposti dal governo Israeliano. La situazione che si sta configurando nelle ultime ore è drammatica in molti dei quartieri in città popolati da maggioranza araba nonostante Israele abbia applicato, senza evidente successo, severe misure di sicurezza per far fronte alla violenza crescente degli ultimi giorni.

Nella mattina di ieri 14 ottobre la polizia ha bloccato gli accessi al quartiere di Jabal Mukaber, l’area da cui provengono tre uomini accusati di aver ucciso tre cittadini israeliani a Gerusalemme lo scorso martedì 13 ottobre. La polizia ha poi riferito di aver ucciso con colpi di arma da fuoco un palestinese, responsabile dell’accoltellamento di una donna israeliana di fronte a una importante stazione di autobus a Gerusalemme. Un altro palestinese ha tentato di accoltellare un poliziotto vicino alla zona della Città Vecchia, ma è stato prontamente fermato e poi ucciso dalle forze di sicurezza israeliane.

Il primo mese del nuovo anno ebraico, iniziato il 14 settembre 2015, è stato tragico, finora sette israeliani e 32 palestinesi sono stati uccisi. La violenza nelle città israeliane è salita ai livelli della Seconda intifada del 2000-2005.