Milan: Balotelli torna al Liverpool, arriva Ljajic?

0

Sembra essere arrivata ormai al capolinea la seconda avventura di Mario Balotelli con i colori rossoneriSupermario non ha convinto nessuno: né Mihajlovic, né Brocchi né tanto meno Antonio Conte. Eppure l’inizio sembrava essere dei più promettenti con il bel gol realizzato contro l’Udinese alla 5° giornata. Ma è stato il primo e l’ultimo. Poi è subentrato il solito fastidioso problema di pubalgia, la conseguente operazione e la sosta forzata fino al nuovo anno. Nel 2016 ritorna in campo ma la situazione non cambia di molto: l’attaccante, classe ’90, sembra essere più attivo sui social e sulle riviste di gossip che sul rettangolo verde, dove invece appare sempre svogliato, poco esplosivo e non dà al Milan quel quid in più di cui tanto avrebbe necessitato in questa stagione. E del Supermario degli Europei del 2012, purtroppo, non rimane che un pallido ricordo.

Mihajlovic prima e Brocchi poi sono quasi costretti, pur non avendo nomi di grandissima qualità a disposizione, a fargli vedere più la panchina che il campo: 20 per lui le presenze in Serie A in questa stagione, 825 i minuti totali giocati e quell’unico gol contro l’Udinese a settembre. Troppo poco per uno che cercava un riscatto. In tutti i sensi. E come riportato da SkySport, il giocatore, quindi, a fine prestito ritornerà al Liverpool e da lì in poi il suo futuro sarà un grosso punto interrogativo. L’unica chance di restare in rossonero sarebbe quella di un rinnovo del prestito per un altro anno, ma, ad ora, appare impensabile che la dirigenza rossonera voglia ricostruire il Milan ripartendo proprio da lui.

Il nome nuovo in casa Milan, invece, potrebbe essere quello di Adem Ljajic. Il serbo, di proprietà della Roma, potrebbe o rinnovare il contratto in scadenza nel 2017 ed essere nuovamente girato in prestito, oppure essere interamente ceduto per non rischiare di perderlo poi il prossimo anno a parametro zero. Secondo quanto riportato nelle ultime ore da calciomercato.it il giocatore potrebbe restare a Milano, passando però dall’Inter al Milan. I dirigenti rossoneri e giallorossi si incontreranno a breve per discutere del riscatto di El Shaarawy, e i due club potrebbero in tal caso cogliere l’occasione per negoziare anche su Ljajic.

Il serbo, tutto sommato ha fatto vedere delle buone cose quest’anno con la maglia nerazzurra, soprattutto nel girone d’andata, perdendosi poi un po’ in quello di ritorno. Ma la mancata qualificazione alla prossima Champions League da parte dei nerazzurri rende difficile l’acquisizione dell’esterno d’attacco da parte del club interista, e Ljajic rientrerà quindi a Trigoria a fine prestito. Ed è a questo punto che il Milan, avendolo tra l’altro seguito in passato, nel 2013, quando poi la Fiorentina decise di venderlo alla Roma per 11 milioni di euro, questa volta non vorrebbe lasciarselo sfuggire. Oggi il talento serbo è un po’ finito nel dimenticatoio e non ha certo l’appeal di tre anni fa, viste le sue due ultime stagioni un po’ discontinue. Ma per l’età relativamente giovane, la qualità tecnica comunque indiscutibile e il prezzo non altissimo potrebbe rientrare appieno nelle caratteristiche che richiede la dirigenza rossonera per costruire quello che sarà il Milan del futuro.