Lazio, dalla penuria all’abbondanza: Pioli davanti ha una vasta scelta

0

Negli anni precedenti, il presidente della Lazio Lotito, in particolar modo nel mercato di Gennaio, era stato accusato di non rinforzare nel modo più giusto il reparto offensivo della squadra biancoceleste, trovandosi il più delle volte con il solo Klose a disposizione, per altro mai totalmente disponibile per il susseguirsi di infortuni che attanaglia il bomber tedesco. Da quest’ anno, però, la musica sembra cambiata: Matri, Djordjevic, Klose, Keita. Pioli rischia di trovarsi una bella gatta da pelare alla ripresa dei giochi subito dopo la sosta, perchè se per Klose bisogna aspettare ancora un po’, il panzer tedesco è comunque l’ elemento di maggior esperienza e affidabilità nel reparto offensivo, soprattutto per l’ apporto caratteriale. Djordjevic è quello che può sostituirlo per via delle caratteristiche che accomunano i due, ma c’è un Matri voglioso di mettersi in mostra e intenzionato a fermare questo suo ruolo di nomade del campionato, cercando di posizionarsi in pianta stabile a Roma. Da non sottovalutare anche le prestazioni di Balde Keita, che ogni qualvolta chiamato a subentrare, risponde sempre con il gol, come nell’ ultima partita vinta dalla Lazio 2-0 in casa contro il Frosinone. L’ Europa che conta per i biancocelesti è sfumata subìto ai preliminari contro il Leverkusen, ma l’ avventura continua con l’ Europa League e con la Coppa Italia che potrebbe essere un buon trofeo da mettere in bacheca, per far felici i tifosi. Il tecnico biancoceleste, in questo senso, avrà bisogno dell’ apporto di tutti i suoi attaccanti ma soprattutto, dovrà saper scegliere al momento giusto l’ elemento sul quale fare affidamento.