Zucchero, è online il nuovo video

L'artista pubblica su internet il lavoro

0

Torna Zuccero Sugar Fornaciari. E lo fa con un nuovo video di “Tredici buone ragioni”, che è in onda su http://vevo.ly/a2urGU. Il nuovo disco di inediti si chiama “Black Cat”, ed è certificato oro a sole due settimane dall’uscita. Attesissimo dai fan e dalla radio che ne faranno un tormentone quest’estate. Il video di “13 buone ragioni”, diretto da Gaetano Morbioli per Run Multimedia, è un mix di atmosfere ed energie, carico di movimento e ritmo. Prodotto dal celebre Don Was, “13 buone ragioni” è un brano coinvolgente, ricco di suggestioni e allegorie raccontate con sarcasmo e ironia. Il disco prodotto da tre grandi nomi del panorama internazionale, T Bone Burnett (Elvis Costello, Elton John, Tony Bennett e altri), Brendan O’Brien (Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan e altri) e Don Was (The Rolling Stones, Iggy Pop, Bob Dylan e altri), e si compone di 13 brani dalle nervature rock-blues. La canzone racconta dell’amore tra un uomo e una donna e di un uomo che lascia la donna per prendere una birra e un panino al salame, molto meglio dei sentimenti verso la sua “lei”. Scanzonato e ironico, Zucchero non delude i propri fan con i suoi ritmi disincantati.“Black cat”, l’album, annovera, anche, la collaborazione artistica di Bono, che in seguito alla tragedia avvenuta al Bataclan di Parigi ha scritto con Zucchero il brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)”, la partecipazione alle chitarre di Mark Knopfler, che suona sia nel brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)” sia nel brano “Ci si arrende” e il contributo artistico di Elvis Costello che ha scritto la versione inglese del brano “Love Again”, dal titolo “Turn the world down” (canzone presente solo nelle versioni estere di “Black Cat”). Non è la prima volta che Zucchero collabora con artisti di fama internazionale. Fu lo stesso Miles Davis a duettare con lui, ma anche Sting, in un album in cui ha riarrangiato le sue canzoni riadattandole al ritmo di musicisti internazionali. Stavolta, per presentare l’album, bisognerà aspettare il 16 settembre, data in cui Zucchero salirà sulla ribalta dell’Arena di Verona per presentarlo al proprio pubblico. L’Arena di Verona verrà quindi trasformata per l’occasione nella “Città di Zucchero”, grazie anche a delle iniziative collaterali.: sono undici in totale gli appuntamenti live, quattordici con una mostra a lui dedicata, retrospettiva che lo racconta attraverso musica, parole e immagini.
Tra i maggiori interpreti del blues in Italia, Zucchero (all’anagrafe Adelmo Fornaciari) nella sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi, di cui 8 milioni con l’album “Oro, incenso & birra”. Oltre ad essere il primo artista occidentale a essersi esibito al Cremlino dopo la caduta del muro di Berlino, Zucchero è anche l’unico artista italiano ad aver partecipato al Festival di Woodstock nel 1994.