5 città con i contagi più diffusi: da Bari fino a Milano, ecco la lista

In Italia 5 città sono alle prese con un pico di contagi particolarmente notevole, dove i posti in ospedale non bastano e ulteriori provvedimenti sono necessari.

0
Rt vicino a 1, Future zone gialle, Pass interregionale, Possibile riapertura anticipata, Nuovi colori, 5 città, Nuovo cambio colore, Cambio colore, 6 regioni, Regioni a rischio
Italia, Fonte Creazilla

Il picco dei contagi continua a salire nel Bel paese. In particolare in alcune città ben specifiche, 5 per la precisione. Località che rischiano, per quelle che non lo sono già, di rientrare in zona rossa. Questo oltre a mettere in seria difficoltà le strutture ospedaliere.

BARI, TORINO E BOLOGNA – Partendo dal sud dell’Italia troviamo Bari. Zona che potrebbe presto diventare rossa, in quanto si contano attualmente 3216 contagi in tutta la provincia, durante quest’ultima settimana. Di questi, 393 nuovi casi solo in città, nelle ultime 24 ore. Tali dati sono altamente superiori alla soglia dei 250 infetti su 100 mila abitanti, sopra la quale si passa automaticamente in lockdown.

O almeno se questo provvedimento verrà confermato nel prossimo Dpcm. Intanto il sindaco di Bari, Antonio Decaro, chiede: «[…] al prefetto di convocare un Comitato metropolitano perché noi sindaci della terra di Bari intendiamo intervenire con chiusure serali su scala metropolitana attraverso una serie di provvedimenti che impongono il divieto di asporto dopo le 18 e la chiusura totale dopo le 19 di tutte le attività commerciali».

Passando a Torino, la situazione è altrettanto drammatica. Ben 1221 casi solo ieri, il che incide anche sull’intera Regione Piemonte. A tal punto da motivare l’Ordine dei medici locale a richiedere la zona rossa.

Stesso discorso a Bologna, dove il pico dei contagi non sembra abbassarsi nonostante la località sia in lockdown da una settimana.

«Purtroppo continuiamo ad avere ancora molti contagi, circa 900 al giorno, solo ieri ne sono stati 970, e le nostre strutture ospedaliere sono in difficoltà. Con l’arrivo dei pazienti Covid non si riescono a garantire le altre prestazioni, se non quelle d’urgenza» dichiara il sindaco Virginio Merola.

BRESCIA E MILANO – Tra le 5 città più colpite figurano anche Milano e Brescia. Rispettivamente con 549 casi nel capoluogo lombardo e 1191 in tutta la provincia, mentre la seconda supera la quota mille.