5 per mille: cos’è e come scegliere a chi donarlo

0

5 per mille: cos’è e come scegliere a chi donarlo

Non vi è sempre chiarezza su cos’è il 5 per mille, sebbene questo sia un’ottima opportunità per finanziare delle associazioni che potrebbero migliorare e far crescere la nostra società. E’ utile approfondire l’argomento e vedere innanzitutto a cosa ci riferiamo quando parliamo del 5×1000 e poi capire come fare per scegliere a chi donare questi fondi.

Cos’è il 5 per mille?

L’Italia ha scelto di approvare questa particolare manovra fiscale, che consente di fatto ai contribuendo di donare una parte delle tasse che devono essere versate allo Stato Italiano. Nello specifico, ciascun contribuente potrà scegliere a chi devolvere una parte dell’IRPEF, parte che corrisponde appunto al 5 per mille della somma dovuta allo Stato.

Queste si iscrivono al registro delle associazioni approvate per la ricezione dei fondi e chiedono ai contribuenti di scegliere loro come associazione a cui devolvere la somma. Negli ultimi anni è stata introdotta anche la possibilità di donare online, al fine di rendere più snella e veloce la procedura.

E’ importante specificare che non si tratta di una donazione. Questo va sottolineato perché, secondo le norme in vigore nel nostro paese, le donazioni hanno un trattamento speciale e possono essere scalate dalle tasse. Lo stesso non vale per il cinque per mille, dal momento che non si tratta di una donazione volontaria, ma consiste semplicemente nello scegliere a chi versare fondi che comunque dovrebbero essere pagati.

Al tempo stesso, scegliere un ente a cui versare il proprio 5×1000 non comporta alcuna spesa aggiuntiva. L’operazione può essere infatti effettuata in modo totalmente gratuito.

In Italia questa opportunità è stata introdotta nel 2006, inizialmente come modello sperimentale. Il successo dell’iniziativa ha portato poi all’approvazione della manovra, che oggi è divenuta la principale fonte di introito per le organizzazioni no profit.

Come scegliere a chi donare il cinque per mille

E’ chiaro ora di cosa si tratta, ma bisogna capire come scegliere a chi donare il 5 per mille. Di anno in anno sono diventate sempre più numerose le associazioni approvate per poter ricevere i fondi. Ogni associazione che invia la propria candidatura viene attentamente controllata e deve dimostrare di rispettare tutti i requisiti per poter essere inserita nella lista di quelle idonee a ricevere i finanziamenti.

Per scegliere a chi effettuare la donazione consigliamo di valutare lo storico dell’associazione, ovvero di analizzare l’operato degli ultimi anni. Consigliamo anche di leggere gli obiettivi che l’ente si prefigge di raggiungere con i fondi devoluti dai cittadini, aspetto di importanza ancora maggiore se si sta pensando di donare il cinque per mille ad una associazione nuova.

E’ disponibile online la lista di tutte le associazioni e gli enti che sono stati approvati. La lista è organizzata in categorie, ma ciò che accomuna tutti è la loro influenza positiva sulla società. Scegliere a chi donare il 5 per mille è importante, bisogna puntare su associazioni che facciano davvero la differenza. Un esempio è Operation Smile, che si occupa di fornire cure gratuite a coloro che hanno delle malformazioni al volto. Pazienti in età pediatrica e giovani adulti sono coloro che possono ricevere l’aiuto dall’associazione.