5 piccole grandi azioni utili per salvare il pianeta

0

Sempre più spesso si sente parlare dell’importanza della salvaguardia del nostro pianeta, unitamente all’adozione di abitudini che possano dirsi davvero “green”, ossia sostenibili e non dannose per l’ambiente. Nonostante se ne discuta in maniera sempre più approfondita, non sono poche le persone che pensano di fare già tutto il possibile per la protezione dell’ambiente, e che di conseguenza non fanno quello sforzo in più che diventa indispensabile per un cambiamento davvero radicale. Eppure per fare la propria parte e contribuire in maniera costruttiva e positiva in questo contesto non servono grandi rivoluzioni: bastano anche solo delle piccole azioni quotidiane. Eccone alcune.

1) Evitare gli sprechi di acqua ed energia in casa
Ogni giorno in casa si verificano moltissimi sprechi, e nella maggior parte dei casi non vengono nemmeno notati; parliamo ad esempio dell’eccessivo consumo di acqua anche quando non ce n’è davvero bisogno, motivo per cui sarebbe necessario installare il doppio scarico per il wc ed evitare il prelavaggio in lavatrice, al fine di ridurne la quantità utilizzata giorno per giorno. Per evitare sprechi di energia elettrica bisognerebbe invece affidarsi alla tecnologia: grazie ad alcuni apparecchi smart è infatti possibile ottimizzare i consumi e tagliare di conseguenza anche i costi in bolletta; a proposito di bolletta, poi, può essere utile sapere che tra le offerte di energia elettrica proposte dai fornitori più noti ce ne sono alcune che sfruttano risorse rinnovabili, che sarebbero quindi da preferire in quest’ottica.

2) Usare servizi di bike o car sharing

Quante volte ci si lamenta del traffico senza però impegnarsi in prima persona per cambiare le cose? Oggi le alternative all’uso dell’automobile sono numerose, soprattutto nelle grandi città: si pensi ai tanti servizi di bike sharing e di car sharing che stanno spopolando, in particolar modo quelli che mettono a disposizione dei veicoli elettrici e quindi completamente green. Se si vive in un paese di medie o piccole dimensioni, invece, bisognerebbe spostarsi con i mezzi pubblici, a piedi oppure in bicicletta, evitando così di inquinare.

3) Ridurre o eliminare la plastica

Anche l’eccessivo consumo di plastica è un fattore che sta mettendo a repentaglio gli ecosistemi del nostro pianeta, in particolar modo quelli marini. Per questo motivo sarebbe meglio limitare il più possibile l’acquisto di prodotti imballati nella plastica, in primis l’acqua: tra le alternative migliori alle bottiglie di plastica troviamo ad esempio quella delle caraffe filtranti, che garantiscono la massima sicurezza a patto che vengano manutenute secondo quanto indicato dai vari produttori.

4) Fare la spesa a km 0

Un’attenzione in più è necessaria anche per la spesa alimentare: meglio prediligere prodotti freschi e coltivati in zona a quelli che richiedono l’uso di mezzi di trasporto pesante, che contribuiscono in maniera massiccia all’inquinamento a livello globale. Collegandoci al punto precedente, poi, sarebbe sempre meglio portare con sé delle sacche di tessuto per trasportare la spesa fino a casa, evitando le buste in plastica.

5) Preferire vestiti sostenibili

Negli ultimi anni si sta sentendo parlare in maniera crescente dei danni creati dal fast fashion, sia per la questione etica sia per via dei processi di produzione molto poco attenti all’aspetto della sostenibilità e dell’uso di materiali che, una volta diventati rifiuti, contribuiscono negativamente a una situazione che è già molto critica. Per questo bisognerebbe sempre fare attenzione all’etichetta degli indumenti che si ha intenzione di acquistare, preferendo quelli fatti con materiali naturali (cotone, lino e seta ma anche lyocell ad esempio) a quelli sintetici.