Culturismo: un uomo di 63 anni diventa campione mondiale dopo aver sconfitto il cancro

0
Fonte: https://pxhere.com/en/photo/180633

Si chiama Denton Wilson l’uomo di 63 anni che poche settimane fa è entrato nella storia del
culturismo. E non solo per essere diventato campione di bodybuilding nella sua categoria al
DFAC di Miami, in Florida. È la sua storia infatti che ha colpito milioni di persone e che sta
facendo il giro del mondo.
Non si parla spesso di questo sport in Italia, anche se i giovani appassionati di bodybuilding
sono molti. La storia di Denton non lascia indifferenti e vale la pena essere condivisa per il
buon messaggio che trasmette.
Denton è cresciuto con la sua nonna, in Inghilterra, ma a 40 anni ha deciso di prendere un
volo per andare in Jamaica a cercare suo padre, che non aveva mai conosciuto. Una volta
trovato e dopo aver passato qualche settimana insieme, Denton ha scoperto che il padre
aveva un cancro alla prostata e che gli era rimasto poco tempo da vivere.
Dopo il suo rientro in UK Danton ha ricevuto la triste notizia che il padre era morto e ha
deciso di fare un check in di controllo per sicurezza. Ed è in quel momento che il mondo gli è
crollato addosso: lui stesso aveva un cancro alla prostata, di quelli più aggressivi e per cui i
medici gli avevano pronosticato poco tempo da vivere.

A soli 42 anni Danton aveva ricevuto una ‘sentenza di morte’. “Ero devastato. Non ci potevo
credere. Pensavo che sarei morto. Volevo tempo per ragionare sulle varie opzioni, ma il
dottore mi disse che non ne avevo, che stavo per morire”. Ha dichiarato Danton ai media
inglesi.
Era il 1998 e Danton si sottopose all’intervento chirurgico per rimuovere la sua prostata
cancerosa. Poi, invece di sedersi ad aspettare gli eventi, decise di iniziare a praticare
bodybuilding nel tentativo di ‘tornare più forte’. Ed è riuscito a trasformare il suo fisico e a
cambiare le sorti del suo futuro. Oggi è lui stesso un nonno, oltre a essere diventato
campione mondiale di culturismo nella categoria dei sessantenni.
Tutto questo grazie a un rigoroso regime di alimentazione sana e, ovviamente, a una
costanza nell’allenamento di tre sessioni a settimana. “Ho lavorato duramente per
raggiungere il mio stato e voglio aiutare altre persone a fare lo stesso”, ha detto Denton.
“Sono così felice e così orgoglioso di me stesso. Un sacco di persone muoiono di cancro,
ma a me è stata data una seconda possibilità”.
Non tutti possono diventare campioni del mondo di culturismo, ma insieme alle terapie, la
giusta alimentazione può fare la differenza sulla salute, così come anche un’attività fisica
costante. Infine, anche integratori come le proteine whey e metodi di rilassamento come la
meditazione , sono pratiche che, aggiunte alla propria quotidianità, possono aiutare a
raggiungere una forma fisica ottimale. A qualsiasi età e anche quando la salute sembra
essere arrivata a un punto di non ritorno.
Il cancro alla prostata è uno dei tumori più diffusi al mondo, le stime parlano di 1 uomo
colpito ogni 16. Fortunatamente solo in una bassa percentuale dei casi diventa aggressivo.
Le cause non sono ancora note, ma uno stile di vita sano è sicuramente il modo migliore per
cercare di prevenire e trattare questo male. Denton ce lo può confermare.
Il neo campione sessantenne ha scritto un libro sulla sua esperienza intitolato “Un uomo
muore ogni ora” e oggi vuole ispirare gli altri facendo conoscere quello che gli è successo.
Ama inoltre fare discorsi motivazionali sulla lotta contro il cancro alla prostata. La sua storia
può essere sicuramente rincuorante per i molti uomini che ricevono sentenze simili alla sua.