Accade oggi, nel 1997 l’uscita di Harry Potter e la pietra filosofale

0
Prima edizione inglese "Harry Potter and the philisopher's stone"

19 anni fa l’uscita di uno dei libri più famosi della letteratura contemporanea: era il 30 Giugno 1997 quando la casa editrice londinese pubblicò il primo libro della saga del maghetto scritta da J. K. Rowling “Harry Potter and the philosopher’s stone”. Furono vendute quasi 120milioni di copie e ne fu tratta una versione cinematografica con i giovani attori Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint.

Harry Potter con le sue avventure insieme ai due amici Hermione Granger e Ron Weasley hanno riscosso un successo mondiale: dopo il primo libro, la Rowling ne scrisse altri sei.

Il primo però è sicuramente il più emozionante per la scoperta di questo nuovo mondo magico, tanto sognato da tutti. Il piccolo Harry cresciuto con gli zii, riceve a 11 anni la lettera di ammissione alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts destinato ad essere un grande mago come i suoi genitori. Da qui inizia il magico mondo di Harry Potter: il cappello parlante, i banchetti che appaiono ad un battito di mani, strane creature, un mantello dell’invisibilità, scope volanti, il Quidditch, scacchi che si muovono da soli; ma anche il lato oscuro della magia, colui che non deve essere nominato. Sette libri, per ogni anno passato, vicino o lontano, la scuola di Hogwarts. I tre protagonisti, tanto amati dal pubblico si differenziano ognuno per una caratteristica: il coraggio, ma anche la testardaggine di Harry, l’intelligenza senza confini di Hermione, la fedeltà di Ron. Ma anche i personaggi secondari, come Albus Silente il preside della scuola, Minerva McGranitt la professoressa, Rubeus Hagrid il custode, Draco Malfoy, sono amati dai fan del maghetto.

Chi avrà visto i film o letto i libri, almeno una volta nella vita avrà sognato di ricevere quella lettera, di entrare almeno una volta in quel castello sedersi sotto il cappello parlante e aspettare di sapere in quale delle quattro case ci avrebbe collocati: Grifondoro, Tasso Rosso, Serpeverde, o Corvonero. E ci sarà sicuramente chi avrà anche provato a fare una delle magie insegnate a Hogwarts, dimenticando per un secondo di essere “Babbani”.

Un 30 Giugno da ricordare; e chissà se un giorno arriverà la lettera, magari si è solo perso il gufo…