Addio a Renato Bialetti, il “padre” della moka

0
bialetti
Moka Express Bialetti (Wikipedia)

Nella giornata di ieri si è spento a 93 anni Roberto Bialetti, fondatore dell’omonima fabbrica che ha reso famosa la cosiddetta “Moka“, la caffettiera presente nelle nostre case. Il patron del caffè, originario di Omegna, si è spento nella sua residenza di Ascona, in Svizzera.

La Moka Bialetti è stata resa celebre dal celebre spot di Carosello in cui l’uomo coi baffetti pubblicizzava quello che, ancora dopo 83 anni, sarebbe stato l’oggetto con cui milioni di persone si svegliano la mattina.

Roberto Bialetti rimase alla guida della sua azienda sino al 1986, anno in cui venne ceduta alla Faema, ma ritornò allo storico stabilimento di Crusinallo nel 2013 per festeggiare l’ottantesimo anniversario della “Moka”.

La “Moka Express” ebbe un successo strepitoso. Nata nel 1933, la caffettiera a base ottagonale sostituì la tradizionale napoletana, basata sull’uso della teiera ma più difficile da usare. Negli anni Cinquanta, l’azienda Bialetti raggiunse il suo massimo e la caffettiera divenne un vero e proprio oggetto di design presente in ogni casa ed esposto anche nei più importanti musei del mondo, come la Triennale di Milano ed il celeberrimo MOMA di New York.