ADL ci ha visto giusto ancora una volta: James Rodriguez pessimo, sta vivendo un incubo!

0
James Rodriguez, fonte Di Danilo Borges/copa2014.gov.br - http://www.copa2014.gov.br/pt-br/noticia/neymar-sofre-fratura-em-vertebra-e-esta-fora-da-copa-do-mundo, CC BY 3.0 br, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=34140972
James Rodriguez, fonte Di Danilo Borges/copa2014.gov.br - http://www.copa2014.gov.br/pt-br/noticia/neymar-sofre-fratura-em-vertebra-e-esta-fora-da-copa-do-mundo, CC BY 3.0 br, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=34140972

Il Napoli ha iniziato la nuova stagione col botto. Gli azzurri di Carlo Ancelotti hanno vinto 3 delle 4 partite stagionali e si apprestano a giocare a Lecce col coltello fra i denti per cercare di portare tre punti a casa. Solo un autogol di Koulibaly all’ultimo minuto non ha permesso agli azzurri di uscire indenni dall’Allianz Stadium.

I nuovi acquisti sono i calciatori che stanno stupendo di più. Quasi tutti, infatti, sono già andati a segno ed hanno dimostrato un forte attaccamento alla maglia sin dal primo giorno. Impressionanti le prestazioni di tutti i nuovi colpi azzurri: Giovanni Di Lorenzo, Kostas Manolas, Elif Elmas, Hirving Lozano e Fernando Llorente.

In questa campagna estiva il Napoli è stata una delle squadre che ha speso di più in Italia e a livello europeo, con il solo Lozano costato oltre 40 milioni di euro.

Ma, come si stanno comportando gli altri giocatori che sono stati ad un passo dal Napoli? Curiosità vi è soprattutto su James Rodriguez, rincorso dal Napoli per oltre tre mesi e richiesto per mesi da parte dei tifosi al presidente azzurro Aurelio De Laurentiis. Le prestazioni del centrocampista del Real Madrid sono state considerate pessime fino a questo momento.

Dopo la permanenza a Madrid, infatti, l’attaccante colombiano sta vivendo un incubo con Zinedine Zidane in panchina. In occasione della disfatta contro il PSG, inoltre, ha giocato ma la sua prestazione è stata insufficiente. I tifosi azzurri sono rimasti sorpresi. Era questo il motivo per cui il presidente non voleva acquistarlo a titolo definitivo. Il rischio di comprare un ex campione ormai non più all’altezza l’ha tormentato per tutta l’estate e, ancora una volta, Aurelio De Laurentiis ha avuto ragione.