“Sei di Afragola se…”: quando un gruppo Facebook determina le scelte di un Sindaco

0
sei di afragola se...
Fonte foto: copertina del gruppo facebook "Sei di Afragola se..."

Siamo ad Afragola, comune in provincia di Napoli. No, non è la classica storia di criminalità di una cittadina del Sud. Ma coinvolge social, cittadini ed istituzioni. Andiamo con ordine. Un cittadino afragolese, Francesco Petrellese, diventa admin del gruppo Facebook “Sei di Afragola se…“. Un gruppo come tanti, almeno fino a due mesi fa. Cambia tutta la gestione: “Le regole, gli standard del gruppo, sono poche ma semplici – ci ha detto Francesco -: si parla di Afragola, non si fa pubblicità, il gruppo non è la bacheca personale di nessuno. Le idee e le tematiche nascono dagli iscritti, io controllo solo se rientrino o meno negli standard. Una volta assodato quello si può parlare di tutto”. Il cambio sembra funzionare: “Da 7500 a 9500 membri – continua Francesco -, invertendo la tendenza che la gente si cancellava dal gruppo invece che iscriversi, non a caso moltissime richieste di iscrizione sono di persone che si erano cancellate per poi rientrare quando hanno capito che la situazione era cambiata“.

La situazione è talmente diversa che vengono proposti sondaggi che hanno avuto tanto seguito. Seguito, almeno inizialmente, rimasto inascoltato dalla classe politica locale. “Il primo sondaggio (12 novembre, nda) fu sulla nomina degli scrutatori: il 92% volle il sorteggio, l’8% nomina ma i politici scelsero quest’ultima (89 voti +2 commenti contro 4 voti)“, prosegue Francesco. Il gruppo nel frattempo cresce ed il secondo sondaggio riguarda il referendum costituzionale: oltre 100 votanti con percentuali che hanno rimarcato esattamente quelli ufficiali di Afragola (74% di NO). Del gruppo si comincia a parlare anche negli ambienti politici, fra gli addetti del settore. Cresce non soltanto di numero, ma anche di qualità: cittadini che fanno proposte, che pretendono i diritti che gli sono stati negati, che mettono in evidenza le criticità. E qui veniamo al punto della questione: il 13 dicembre c’è il sondaggio sulla proposta di pedonalizzare il viale di Sant’Antonio, centro cittadino. Post, commenti e quasi 200 votanti. Non si può più far finta di niente e il Sindaco di Afragola, on. Domenico Tuccillo, in un post su Facebook ha scritto, tra le altre cose, “visto anche l’interesse manifestato sui social network, quando si rifarà il manto stradale sto pensando di far installare dei dissuasori mobili all’altezza della Basilica per creare un zona a traffico limitato il sabato e la domenica.“. Ecco quando un gruppo Facebook funziona, con regole precise. Anche perché dimenticatevi i gruppi di spam. In “Sei di Afragola se…” è praticamente impossibile farlo. Volete provare a spammare? “Contro lo spam ci sono tre fasi: – cancello il post che non rispetta gli standard, 1 o 2 volte; – se la stessa persona persiste, la cancello dandogli possibilità di rientrare; – se una volta rientrata nel gruppo continuare a non rispettare gli standard mi trovo per forza di cose costretto a bannarla definitivamente“. Parola di admin.