Alessandro Quarta, parla il violinista dopo l’intervento: “Voglio ritornare a suonare”

0
Alessandro Quarta, fonte: screenshot diretta Instagram

Solo qualche giorno fa il violinista Alessandro Quarta ha pubblicato un post su Instagram, annunciando di essere ricoverato all’ospedale per “togliere qualcosa di troppo nel mio corpo”. Ieri il musicista ha voluto fare una diretta sul noto social-network, spiegando ciò che è accaduto e ringraziando per il sostegno ricevuto.

“Tornerò più forte di prima” – Tre giorni fa Quarta ha voluto pubblicare uno scatto sui social, mostrandosi nel letto d’ospedale con camice e flebo. Due foto scattate dopo l’operazione subita, accompagnandole da una forte e incoraggiante didascalia. Parole pregne di forza e di coraggio:

“TORNERÒ più Forte di Prima, questo è SICURO❤️🤟🤟🤟!!!!!
Dovevo togliere qualcosa di troppo nel mio corpo, qualcosa che non era gradito!!! Ma sto bene, anzi…più forte di prima!!!”, concludendo con la promessa di tenere tutti i fan aggiornati quotidianamente riguardo la sua salute.

https://www.instagram.com/p/CGUaBW-qU4b/?utm_source=ig_embed

“Negli ultimi tre anni, faticavo a mantenere il violino” – Alessandro, noto anche per aver calcato il palco dell’Ariston per suonare con Il Volo, ha mantenuto la promessa. Il violinista ha infatti fatto una diretta streaming, spiegando nel dettaglio cosa gli è accaduto. È iniziato qualche anno fa, così rivela il musicista: “Negli ultimi tre anni, faticavo a mantenere il violino, mi scappava. Mai successo”. Mostrando la lunga cicatrice dovuta all’operazione, ha spiegato la natura del suo intervento: “Come vedete sto per dimettermi dall’ospedale di Bolzano. Un tumore di 8 centimetri per 5 centimetri e mezzo, dislocato tra il fascio vascolo del collo e i nervi cranici”.

Con la stessa grinta usata nel precedente post, Alessandro Quarta ha manifestato la volontà e il desiderio di tornare ad esibirsi. Ha colto l’occasione, inoltre, di ringraziare i tanti fan e amici che lo hanno sostenuto e riempito d’affetto: “Che cazzo te ne fai dei soldi, se poi ti viene il tumore. Voglio ritornare a suonare. Grazie, grazie per essermi vicino”.