Alla moviola ci pensiamo noi!

0

Torna la nostra rubrica sulle prestazioni arbitrali in questo turno infrasettimanale, la 34esima di Serie A. Giornata ricca di errori soprattutto a Roma dove Calvarese sbaglia tutto ciò che c’è da sbagliare. Ora vediamo insieme tutti gli episodi da moviola, partita per partita, aspettando Milan-Carpi di stasera.

Napoli – Bologna 6-0, Arbitro Gervasoni – Buona serata da parte della terna. Unico problema della serata le proteste del Bologna sul rigore del 2-0 quando Callejon viene steso da Costant che non prende la palla ma il ginocchio dell’attaccante azzuro: rigore netto!

Udinese – Fiorentina 2-1, Arbitro Massa Partita che scorre tranquilla. Anche qui l’unico episodio da gestire è il rigore richiesto dalla Fiorentina per un fallo su Ilicic che finisce a terra dopo aver servito Zarate. Su questa occasione il dubbio resta.

Sassuolo – Sampdoria 0-0, Arbitro Mariani – Non completamente sufficiente la prestazione di Mariani. Tentenna, infatti, sul secondo giallo da mostrare a Ranocchia per una entrata pericolosa su Defrel che viene colpito con un calcio dal difensore ex nerazzurro. Grazie a una chiamata tramite auricolare si decide e mostra il secondo giallo che vale l’ingresso anticipato negli spogliatoi. Giusto anche il rigore nel finale per il Sassuolo per un fallo su Berardi.

Roma – Torino 3-2, Arbitro Calvarese – Serataccia per Calvarese che sbaglia tutto ciò che cìè da sbagliare. Sul finale del primo tempo giusto il rigore per il Torino, segnalato prima dall’addizionale Giacomelli che dall’arbitro, per una trattenuta evidentissima di Manolas sul “GalloBelotti. Poi parte la serata no. Al minuto 42 del primo tempo Nainggolan calcia verso la porta ma Gaston Silva devia con il braccio. Nessuno vede e si prosegue. Nel secondo tempo accade la stessa cosa. Sul cross di Florenzi calcia Nainggolan il cui tiro viene deviato dalla mano di Gazzi prima di finire tra le braccia del portiere granata. Secondo rigore negato alla Roma. L’ultimo errore di Calvarese in questa partita è stato il rigore decisivo per il 3-2 finale, Perotti crossa da sinistra e il pallone impatta sul fianco del difensore granata e non sul braccio. Direzione di gara da dimenticare. Per chiudere giusto il pari siglato da Totti.

Palermo – Atalanta 2-2, Arbitro Doveri – Ottima gara da parte di Doveri. Rigore netto dopo 50 secondi sulla mano alta di Bellini sul colpo di testa di Chocev. Al minuto 10 del primo tempo ancora un rigore per una entrataccia di Struna su Gomez. Unico neo della partita il fuorigioco inesistente fischiato a Borriello involato verso la porta avversaria. Nella ripresa giusto il fallo commesso fuori area di Toloi su Quaison anche se il Palermo protesta per un possibile calcio di rigore. Corretta anche l’espulsione di Vitiello che evita una chiara occasione da rete fermando Gomez.

Empoli – Hellas Verona 1-0, Arbitro Serra – Debutto in Serie A per il fischietto piemontese. Unico errore il giallo per simulazione a Souprayen, ma in realtà il contatto con Paredes era da rigore. Sul finale espulso Viviani per doppia ammonizione per un intervento sullo stesso Paredes.

Chievo Verona – Frosinone 5-1, Arbitro Russo – Grandi proteste di Stellone per la gestione dei cartellini da parte di Russo. Il primo rosso, corretto, ad Ajeti che stende Floro Flores in maniera pericolosa davanti agli occhi di Russo poco dopo il minuto 18 del primo tempo, con il Frosinone in vantaggio. Sbagliato il secondo ai danni di Chisbah reo di aver colpito la palla con la mano, ma il tocco avviene involotariamente e con il braccio attaccato al corpo. Infine è giusto il rigore concesso al Chievo, Pavlovic abbraccia e stende Rigoni all’interno dell’area ciociara.

Genoa – Inter 1-0, Arbitro Irrati Partita gestita bene da Irrati. Solo due episodi da analizzare e tutti nel primo tempo. Al minuto 22 Melo stende Laxalt, Irrati concede il vantaggio che non si concretizza. Manca il giallo a Melo e la punizione per il Genoa. Al minuto 41 Pavoletti reclama un calcio di rigore per un contatto, che non c’è stato, con Miranda. Manca in questo caso il giallo per simulazione all’attaccante genoano. Primo giallo della partita dopo un’ora dal suo inizio a Munoz per un intervento scomposto su Palacio. Giusto infine ammonire Medel e Tachtsidis per delle scaramucce reciproche.

Juventus – Lazio 3-0, Arbitro Mazzoleni – Regolare l’uno a zero di Mandzukic che non si trova in fuorigioco sul destro di Pogba, infatti Biglia si trova in prossimità della linea di porta vicino al portiere biancoceleste Marchetti. Il secondo tempo si apre con un rosso a Patric per doppia ammonizione, il primo giallo per un fallo su Mandzukic e il secondo per una trattenuta netta ai danni di Dybala. Ingenuo, infine, Gentiletti che trattiene Bonucci nell’occasione del rigore che vale il 2-0. Bonucci accentua molto ma la trattenuta è evidente.