Alla moviola ci pensiamo noi!

0

Torna la nostra rubrica sulla moviola. Vediamo come si sono comportati i nostri fischietti in questo week-end lungo di calcio giocato valevole per la 35esima giornata di Serie A. Bisogna mostrare particolare attenzione a Sampdoria-Lazio dove Rizzoli non sembra più essere il più grande di tutti, e Torino-Sassuolo dove Fabbri si avvia a terminare la sua prima stagione in Serie A al di sotto delle aspettative.

Inter – Udinese 3-1, Arbitro Celi – Buona gara da parte di Celi e di tutta la terna. Sembra mancare solo un rigore per l’Inter per un contrasto Zapata-Miranda in quanto il difensore dell’Udinese prende in pieno la gamba del centrale difensivo nerazzurro.

Frosinone – Palermo 0-2, Arbitro RocchiRocchi è il migliore in questo finale di stagione e lo dimostra anche in questo scontro salvezza. Sarebbe stato perfetto se avesse visto la sbracciata di Gonzalez su Dionisi negli ultimi minuti che avrebbe portato ad un calcio di rigore con il risultato già sullo 0-2 . Altro espisodio è il gol di Gilardino giustamente convalidato in quanto l’attaccante del Palermo viene tenuto in gioco da Pavlovic.

Atalanta – Chievo 1-0, Arbitro Cervellara – Partita dura tenuta sottocontrollo con 5 gialli e un rosso. L’espulsione di Gomez resta dubbia, in quanto l’attaccante nerazzurro è sbilanciato e sta cadendo a terra nel momento in cui allarga il braccio e colpisce l’avversario. In questa occasione in fischietto italiano sembra esser stato fin troppo severo.

Bologna – Genoa 2-0, Arbitro Damato – Buona prestazione da parte della terna che comunque si è perso qualcosa dal punto di vista disciplinare. Non ammonisce infatti Ntchan per ben 2 volte, ma ammonisce con troppa severità Rincon dopo un contatto con Brighi.

Torino – Sassuolo 1-3, Arbitro FabbriFabbri stecca ancora e si avvia a concludere la sua prima stagione in Serie A al di sotto delle aspettative. Rigore netto di Moretti su Falcinelli non visto dall’arbitro che mima un tocco del pallone che non c’è stato. Giusto il fuorigioco segnalato prima del fallo da rigore di Cannavaro su Belotti.

Fiorentina – Juventus 1-2, Arbitro Tagliavento – Due gol annullati, uno per parte. Giusto annullare il gol di Khedira, inesistente invece il fuorigioco fischiato a Bernardeschi sul possibile vantaggio viola. Manca un rigore per la Fiorentina su una trattenuta netta e vistosa di Rugani su Alonso. Manca il rosso a Gonzalo Rodriguez, gia ammonito, per un fallo su Morata ed infine Tagliavento concede un rigore al novantesimo alla Fiorentina che sembra inesistente.

Sampdoria – Lazio 0-2, Arbitro Rizzoli – Continua il periodo no del fischietto più importante del panorama italiano. Buono il gol di Djordjevic, passa l’intervento (da rosso) di Basta sulla caviglia di Barreto. Giusto il calcio di rigore a favore della Lazio per la spinta netta e vistosa di Dodò su Keita. Giusto il gol del vantaggio blucerchiato grazie alla Gol Line Tech anche se il pallone oltre la linea era visibile anche senza l’uso della tecnologia.

Verona – Milan 2-1, Arbitro Di Bello – Non sufficiente la prova di Di Bello. Il gol del Milan era da annullare, infatti sul tiro di Honda Menez si trova in posizione di fuorigioco. Ci sono dei dubbi anche sul rigore del pareggio, infatti non si capisce quale fallo abbia sanzionato: la trattenuta, netta, o il fallo di mano da parte di Romagnoli avvenuto dopo la spinta dell’attacante della squadra di casa.

Roma – Napoli 1-0, Arbitro Orsato – Nel big match Orsato non sbaglia granchè. Manca il giallo a Higuain per una sbracciata a Manolas, mentre è giusto annullare il gol a Callejon per un fuorigioco dello stesso attaccante argentino.

Carpi – Empoli 1-0, Arbitro Valeri – Anche Valeri disputa una buona gara. Giusti infatti i 2 rossi, uno per parte. Il primo diretto (chiamato dall’assistente) per una gomitata di Michedlize sull’avversario, il secondo per doppia ammonizione ai danni di Lollo.