Alla moviola ci pensiamo noi!

0
moviola
www.juventibus.com

Bilancio in negativo in questa giornata di Serie A. Buona prestazione di Orsato nel match clou Milan-Juventus e di Fabbri in Chievo-Carpi. Un solo rigore fischiato in questa giornata (al San Paolo di Napoli). Ma vediamo nel dettaglio le prestazioni dei direttori di gara aspettando il posticipo di questa sera, Roma-Bologna.

Empoli-Fiorentina 2-0. Arbitro: Damato
Non benissimo quest’oggi Damato che blocca al 21′ del primo tempo una ripartenza viola per un fallo inesistente a centrocampo di Borja Valero che in scivolata su Cosic toglie le gambe per evitare il contatto. Sempre nel primo tempo manca una punizione al limite per un fallo su Saponara. Discutibile il fallo in attacco di Maccarone su Roncaglia in area viola sul finire della prima metà di gioco. Nella ripresa, al 28′, giusto lasciar correre la leggerissima spinta su Kalinic all’interno dell’area dell’Empoli. Episodio curioso riguarda l’ammonizione a Zielinski reo di assersi tolto la maglia durante l’esultanza. In realtà è il suo compagno di squadra Diousse che, strattonandolo nella foga del gol, gli togie la maglia. Zielinski diffidato salterà la trasferta romana contro la Lazio.

Napoli-Verona 3-0. Arbitro: Celi
Grandi proteste nei confronti di Celi. Non visto il fallo su Gomez che da il via al vantaggio azzurro. Sempre nella stessa azione è stato bravo il direttore di gara a concedere il vantaggio che, appunto, porterà al vantaggio targato Gabbiadini. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, non aiutato dal giudice di porta Mazzoleni, non vede una trattenuta da rigore su Albiol. Inizia lo show del difensore spagnolo che non contento si toglie la maglia per far vedere lo strappo causato dalla trattenuta subita guadagnandosi una giusta ammonizione. Ma non finisce qui, infatti meriterebbe il rosso quando poggia ripetutamente la mano sulla spalla di Celi e applaude ironicamente verso Mazzoleni. Giusto il rigore e il rosso per Souprayen, era chiara occasione da rete.

Torino-Atalanta 2-1. Arbitro: Di Bello
Ottimo l’assistente sul vantaggio granata, infatti Bruno Peres viene tenuto in gioco dal tallone del difentore bergamasco. Giusto anche il rosso per doppia ammonizione per De Roon.

Palermo-Lazio 0-3. Arbitro: Gervasoni
Gara interrotta 2 volte per lancio di petardi. Questa è stata l’unica difficoltà incontrata durante questo match. Giusto non concedere il rigore al Palermo, infatti il contatto tra La Gumina e Bisevac c’è ma non è tale da concedere il calcio di rigore. Bravo l’assistente a rilevare il fuorigioco di Gilardino al 40′ che girandosi infila Marchetti.

Milan-Juventus 1-2. Arbitro: Orsato
Grande autorità per Daniele Orsato. Il Milan recrimina per il gol di Pogba secondo cui lo stesso francese avrebbe spinto Abate prima di siglare il definitivo 1-2. La spinta c’è ma è troppo poco per una punizione. Giusto il giallo a Balotelli reo di aver segnato con la mano dopo una grande parata di Buffon. Ottima interpretazione sulle 2 mani in area di rigore, prima Rugani e poi Alex. Giusto non concedere il rigore nelle 2 occasioni.

Frosinone-Inter 0-1. Arbitro:  Tagliavento
Direzione severa, 7 gialli e 1 rosso, tuttavia prestazione sufficiente per Tagliavento. Al 18′ errore da parte dell’assistente che blocca Jovetic, involato a rete, per un fuorigioco inesistente. Giusto il rosso a Blauchard per doppia ammonizione per l’entrata su Icardi prima e su Jovetic poi. Manca un giallo per simulzione a Ciofani.

Chievo-Carpi 1-0. Arbitro: Fabbri
Ottima prestazione per il direttore di gara che non ha nessun problema a portarsi a casa la partita.

Sassuolo-Genoa 0-1. Arbitro: Gavillucci
Bene la terna negli episodi chiave. Ottimo l’assistente sul gol decisivo, Dzemaili non era in fuorigioco. Buona l’interpretazione del direttore di gara sul rigore non concesso al Sassuolo per un fallo di mano di Munoz. Il difensore genoano tocca si il pallone con la mano ma involontariamente in quanto tocca il pallone con il braccio dopo un rinvio molto ravvicinato del suo compagno di squadra.