Allegri e una Juventus quasi come la vuole

0
Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, fonte Youtube
Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, fonte Youtube

Massimiliano Allegri sembra star costruendo una Juventus per come la vuole, ma manca ancora qualcosa. Potrebbero arrivare altri acquisti, con una cessione

Il tecnico livornese ha intenzione di creare una squadra all’altezza di poter vincere qualsiasi cosa in Italia, per la prossima stagione. L’obiettivo resta anche quello di performare al meglio anche in Europa, ma il tornare a vincere in Serie A resta uno dei mantra della gestione di Allegri.

Infatti, la Juventus vuole tornare ad essere sul tetto d’Italia e si sta provando a dare una squadra che possa essere all’altezza delle aspettative dell’allenatore. Ci siamo quasi, ma il forcing decisivo potrebbe arrivare con l’addio di Matthjis De Ligt. Dalla sua cessione potrebbero arrivare molti soldi, che verrebbero reinvestiti in altri reparti.

Dalla difesa, passando per il centrocampo e finendo in attacco

Alla Juventus servono almeno un difensore, un regista, un’ala e un vice Vlahovic. L’addio del difensore olandese potrebbe garantire un grosso bottino ai bianconeri, che immediatamente reinvestirebbero sul mercato. I nomi ci sono e sono già noti, con Massimiliano Allegri che ha voglia di creare una squadra adatta al suo modo di giocare. Il Bayern Monaco continua a confermare che De Ligt voglia andare da loro, c’è già l’accordo, mentre la Juventus continua a guardarsi intorno per sostituirlo.

Come già detto, Pau Torres e Bremer sono i preferiti, ma occhio anche a Gabriel dell’Arsenal. Da tenere d’occhio Leandro Paredes per il centrocampo, mentre Zaniolo potrebbe essere la soluzione migliore per sostituire Paulo Dybala. L’italiano continua ad essere l’intrigo maggiore per il calciomercato bianconero, con la Roma che non sembra demordere.

In attacco si punta ad un altro esterno, con Filip Kostic che sembra essere il preferito per la fascia sinistra. Intanto, per il vice Vlahovic sembra esserci nuovamente Alvaro Morata. Lo spagnolo resta il preferito della dirigenza e di Massimiliano Allegri, ma continua a tener banco la questione legata a Marko Arnautovic. Il Bologna non lo lascia partire, ma resta da capire a fondo se il giocatore si esporrà totalmente.