Allegri-Juve è scontro: il tecnico pensa all’anno sabbatico, la società rifiuta, ecco perché

Massimiliano Allegri e la Juventus sono destinati a separarsi al termine della stagione, il tecnico pensa ad un anno sabbatico, ma la società non ci sta..

0

Questo è sicuramente il periodo peggiore per Massimiliano Allegri da quando è alla guida della Juventus, il tecnico sta pagando l’eliminazione in Coppa Italia e la pesante sconfitta in Champions nell’andata degli ottavi con l’Atletico, sconfitta che ha complicato notevolmente il passaggio del turno e mandato i tifosi su tutte le furie, costringendo il toscano a chiudere i canali social.

Nella giornata di ieri vi avevamo parlato del retroscena svelato dal Corriere dello Sport, secondo cui Allegri nella scorsa settimana avrebbe addirittura chiesto le dimissioni al presidente Agnelli, che alla fine l’avrebbe convinto a restare almeno fino a fine campionato.

Stamani Repubblica svela ulteriori dettagli sulla questione e spiega che il tecnico potrebbe fermarsi e prendersi un anno sabbatico, senza allenare alcuna squadra nella prossima stagione.

Una scelta del genere non farebbe affatto felice la Juventus, che in tal caso sarebbe costretta a pagargli l’ingaggio da 7.5 milioni di euro fino al 30 giugno del 2020. La dirigenza bianconera non ci sta e spinge affinché il tecnico dia spontaneamente le dimissioni.

Nel frattempo Paratici e Agnelli stanno lavorando per trovare un sostituto, i nomi che girano sono quelli di Klopp, Zidane e Pep Guardiola, escluso invece il ritorno di Antonio Conte, che con la Juve non si è lasciato nel migliore dei modi.