Allenatore SSC Napoli: cresce l’idea Spalletti, seguono Juric e Allegri

0
Spalletti inter
Luciano Spalletti , allenatore dell'Inter dal 2017. Foto Wikipedia

Dopo l’importante vittoria del Napoli sulla Lazio, il presidente De Laurentiis è impegnato nel programmare la prossima stagione. Gattuso sembra sempre più lontano dalla società azzurra: la Fiorentina pare che sarà la sua nuova squadra a partire dal prossimo anno. Il tecnico calabrese però, nonostante le voci di mercato, continua a rispettare il suo contratto e vuole portare i partenopei tra le prime quattro in classifica.

Resta comunque da sciogliere il nodo allenatore per la stagione successiva. Cosa non facile visto i numerosi nomi che sono stati fatti fino ad ora. Secondo l’edizione del 21/04 del Corriere dello Sport, ora in pole c’è Spalletti :

“Ancora nel buio della discrezione, De Laurentiis continua a lavorare in prima persona al progetto di rivoluzionare il Napoli. A cominciare dalla panchina: il divorzio con Gattuso è scontato, è praticamente un dato di fatto, e parallelamente continuano a crescere le azioni di Luciano Spalletti. Proprio lui: uno degli allenatori già contattati a gennaio subito dopo la scossa di Verona. Nel listone anche Allegri (il sogno) e Juric.”

Spalletti è ormai fermo da due anni, ma sotto contratto con l’Inter fino a giugno scorso. L’allenatore toscano dovunque è andato ha sempre portato ottimi risultati, sebbene il suo palmarès da tecnico non sia sostanzioso. In Italia ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa con la Roma, mentre in Russia con lo Zenit ha vinto due campionati, una coppa ed una supercoppa.
Se dovesse concretizzarsi l’operazione Spalletti, l’ex allenatore di Roma e Inter predilige un 4-2-3-1, molto simile a Gattuso. Quindi servirà comunque intervenire sul mercato in maniera adeguata in modo da non avere gli stessi problemi di modulo e di interpreti durante la stagione. Ovviamente il prossimo calciomercato degli azzurri sarà influenzato se la squadra riuscirà a qualifichersi in Champions.
Allegri invece è una pista difficilmente percorribile. L’ex Juventus percepiva uno stipendio di quasi 7,5 milioni annui. Ingaggio che  può essere colmato forse con i ricavi della qualificazione Champions. Mentre Juric è un profilo più invitante dal profilo economico visto che guadagna quasi 1 milione di euro. Per ora restano tutte solo  ipotesi. Vedremo come si evolveranno.