Ambra Battilana Gutierrez: “Spero si apra presto il processo, voglio che Weinstein finisca in tribunale”

0
harvey-weinstein
Harvey Weinstein, fonte wikimedia commons

Continuano le indagini sul produttore della Miramax. Il New Yorker ha pubblicato un nuovo articolo sul caso che ha riscosso più polemiche nell’ambiente Hollywoodiano. Nell’articolo, il giornalista scrive che Weinstein pagò un milione di dollari alla modella Ambra Battilana Gutierrez.

La donna italo-filippina è conosciuta in Italia per essere stata coinvolta negli scandali sessuali legati a Silvio Berlusconi.

Le violenze risalgono al marzo del 2015. Le modalità sono sempre le stesse, ma in questo caso c’era stata una registrazione come prova del fatto. Al New Yorker, la ragazza ha raccontato che il produttore le palpò il seno e le mise le mani sotto la gonna.

Nella registrazione si sente Weinstein che cercava di convincerla ad avere un rapporto sessuale, nonostante i suoi rifiuti.

La Gutierrez, alla prima molestia ricevuta aveva esporto denuncia alla polizia. Quest’ultima l’aveva convinta a rincontrare di nuovo il produttore. Questa volta però, andò all’incontro munita di microfono.

Il produttore, però, costrinse la ragazza a firmare un accordo. Non contento, per gettare fango su di lei, ingaggiò un team di esperti. Gli esperti prepararono un dossier sul passato della Gutierrez nel processo ‘Ruby bis’.

Il procuratore che avrebbe dovuto indagare su Weinstein, alla fine, decise di interrogare a più riprese la ragazza, ma anche di archiviare le accuse.

Ambra Battilana, afferma nell’intervista: “Spero si apra presto il processo, voglio che Weinstein finisca in tribunale. Potrei chiedergli dei soldi già ora, ma non è quello che mi interessa”.  

La modella ha aggiunto, poi: “Voglio essere riconosciuta come una persona onesta. Ne avevo 22 quando Weinstein mi notò a un party a New York e chiese al mio agente di incontrarmi, da sola. Andai nel suo ufficio con il mio book sotto braccio”.

“La polizia mi ha incoraggiato, ma una volta in albergo sono rimasta sola con lui. Non ho avuto la forza di entrare con lui nella stanza. Ero terrorizzata”. 

Secondo Farrow, il giornalista dell’articolo del New Yorker e figlio di Woody Allen, Weinstein ha usato accordi del genere da sempre. Farrow dice che il produttore ha utilizzato questa strategia per tenere nascoste le sue violenze sessuali per almeno vent’anni.  E per nascondere alla moglie e alla sua casa di produzione i movimenti di denaro, capitò anche che usasse i soldi del conto bancario di suo fratello Bob.