Amedeo Barbato: “Non rinnego la mia partecipazione a Uomini e Donne, ma non sceglierei Sophia”

Interessante intervista rilasciata da Amedeo Barbato, che parla del suo percorso a Uomini e Donne e della sua scelta

0
amedeo barbato
Il tronista Amedeo Barbato

Uomini e Donne è ormai entrato nel cuore del pubblico televisivo, che si appassiona nel seguire le vicende amorose dei vari tronisti.
Tra tutti quelli che si sono seduti sulla poltrona rossa, Amedeo Barbato è senza dubbio uno dei più amanti.

Alla rivista “Uomini&Donne magazine“, l’ex tronista, ricordiamo che è stato sul trono nella stagione 2015/2016, ha parlato del suo percorso e della sua scelta.

Amedeo Barbato: Mi pento della mia scelta a Uomini e Donne

L’uomo intervistato dal magazine, ha parlato del suo trono.
Sul suo percorso ha dichiarato: “Indubbiamente devo molto a Uomini e Donne. Ho sempre rispettato le donne, ma grazie al trono ho capito ulteriormente l’importanza di ogni atteggiamento e parola. Per me era un mondo completamente nuovo, e mi sono frenato perché non sapevo cosa mi circondava realmente. Prima della trasmissione ero un uomo tendenzialmente portato al tradimento, oggi non sento assolutamente il bisogno di farlo. È ovvio che è anche l’amore folle che provo ne confronti della mia compagna a spingermi a non avere occhi che per lei, ma Uomini e Donne mi ha fatto capire che le donne vanno rispettate e che la superficialità nei rapporti non ripaga. Sicuramente non sono un chierichetto e le donne le guardo (ride), ma qualcosa è cambiato…”

L’esperienza nel programma di Maria De Filippi l’ha fatto maturare ed è per questo che se potesse tornare indietro non sceglierebbe Sophia Galazzo.
Ecco le sue parole: ” È stato un errore. Durante le esterne stavo bene con lei, non lo nego, e nonostante la differenza di età riuscivo a passare delle ore spensierate. Ma fuori dalla trasmissione il suo carattere mi ha completamente deluso, era troppo diversa da me. Io ho sempre sognato una complice, una persona socievole e allegra come me con tanta voglia di fare e lei non rispecchiava tutto questo. Per quale motivo avrei dovuto continuare a rimanere con lei? (…) In un certo senso forse l’ho illusa, ma io sono stato sincero. Ho subito detto che non riuscivo a vedere nulla tra noi, per stare bene avevo bisogno di stare da solo perché sarebbe stato inutile continuare. Qualcuno mi ha dato del falso e del calcolatore, ma non è affatto così.