Amianto vicino a serre per la coltivazione: discariche a cielo aperto

La denuncia dei runners. Tutte le foto.

0
Caivano
Caivano

Ormai ovunque c’è qualcuno, non una ristretta minoranza di incivili, che continua a considerare le strade come delle discariche a cielo aperto.

Posti dove, a parte i classici rifiuti, si possono tranquillamente abbandonare anche frigoriferi, divani, poltrone, materiale pericoloso come l’amianto.

Non mancano arredi che magari in casa stanno sostituendo.

Uno spreco che colpisce tutti i cittadini e aiuta anche a mandare in fallimento l’azienda per la raccolta della spazzatura e lo stesso comune.

E’ il caso specifico di Caivano dove a far denuncia è un runner di un famoso gruppo di atletica del posto.

Proprio questa categoria è quella più penalizzata in quanto tutti i giorni sono costretti a fare slalom tra un divano ed un sacchetto d’immondizia.

Le zone più colpite sono quelle periferiche, amate da chi adora correre all’aria aperta ma anche da chi quatto quatto non vuol farsi scoprire mentre non rispetta regole ed ambiente.

A quanto pare la situazione di Caivano sta via via diventando insostenibile quanto pericolosa.

Dalle immagini scattate proprio da questi atleti si possono evincere cumuli di macerie, pezzi di auto smontate. Ma il colmo si ha con una gran quantità di amianto adiacente delle serre.

Serre predisposte per la coltivazione, come si nota, e a farne le spese saranno tutti coloro che acquisteranno tali prodotti.

La gente comune si chiede da tempo come mai nessuno dei piani alti prenda provvedimenti.

Già nell’estate scorsa ci fu un caso clamoroso dove viene addirittura zittito un prete per aver fatto denuncia di una cattiva gestione dei rifiuti da parte delle persone competenti.

Il comune continua a ribadire che si sta provvedendo a risolvere il problema aggiornando il calendario della raccolta, ma intanto le foto parlano chiaro: campagne come discariche.

Tutte le foto.