Amici 22, Samuel Antinelli si sfoga con i professori: “Non merito di stare qui, sono troppo indietro”

Samuel Antinelli, arrivato ultimo nella classifica di ballo, ha avuto un momento di crisi e si è sfogato con i suoi compagni e professori

0
Samuel Antinelli
Fonte: profilo Instagram ufficiale di Samuel Antinelli

Ad Amici di Maria De Filippi le crisi esistenziali sono sempre dietro l’angolo, soprattutto quando si tratta di giovani ragazzi e ragazze con una vita ancora tutta da scoprire. Samuel Antinelli, ballerino 17enne allievo di Raimondo Todaro, nelle scorse ore ha avuto una forte crisi scaturita dall’ultima classifica di ballo nella quale si è posizionato ultimo.

Samuel si sfoga con compagni e professori: “Non merito di stare qui”

In tanti spesso, nei momenti di crisi, tendono a fare sceneggiate, la maggior parte delle volte esagerate ma in questo caso il giovane Samuel ha fatto delle riflessioni molto mature per la sua età. Tutto è iniziato quando il 17enne si è posizionato ultimo in classifica. Rientrando in casetta si è sfogato con Megan e, in sostanza, ha ribadito di non essere pronto per un programma come Amici.

Maria De Filippi ha deciso così di farlo confrontare con i professori e queste sono le sue parole: Non merito di stare qua perché non c’è tempo, sono troppo indietro. Questa non è un’accademia nella quale ci si può segnare regolarmente ogni anno. Qua non c’è tempo. Questo sfogo me l’ha scaturito la classifica dove sono arrivato ultimo. Sono entrato qua come hip-hop, ma non va. Se esco da qua però non posso tornare fra tre anni. La colpa è mia perché io prima di fare i provini avrei dovuto valutare tutto ciò. Ma purtroppo nella mia testa non mi è scattato di dire ‘Samu, questo non è l’anno giusto, non ho basi classiche e la prof Celentano può prenderti di mira’. Non l’ho pensato”.

Le reazioni dei professori

Il suo insegnante, Raimondo Todaro, gli ha fatto capire che nessuno dei professori vuole cacciarlo dalla scuola: Samuel, per te la classifica della puntata è la pagina della bibbia. Ma devi tenerne conto fino ad un certo punto. Io cerco di accontentarti sulle richieste. Il mio obiettivo qua è farti crescere. Io sono il primo ad averti detto che sull’hip-hop non mi fai impazzire, ma dato che tu mi hai chiesto più coreografie di hip-hop per imparare e migliorare, io te le faccio fare. Se poi arrivi ultimo non è un problema, perché io questo l’avevo già messo in conto. Tu hai 17 anni, è normale che tu sia più indietro di tuoi compagni di classe che hanno 20, 22 o 24 anni. Tu oggi sei qui, se esci da qui non potrai più tornare qui dentro.

Emanuel Lo si è accodato al discorso di Todaro e ha puntualizzato: “Se nessun professore ti ha mai messo in sfida, significa che nessuno ti vuole fuori”. Infine, la maestra Alessandra Celentano è stata molto comprensiva e ha aggiunto: “Hai fatto una riflessione matura per la tua età, hai tutto il tempo per pensarci”. Quale sarà la sua scelta definitiva? Noi siamo certi che non abbandonerà la scuola, è un’occasione troppo importante per giovani allievi come lui.