Amore e semplicità: la Love Song di Tommaso Zazzi

0
Tommaso Zazzi in concerto
Tommaso Zazzi in concerto, foto: Facebook

“C’erano una volta un ukulele, una valigia e una storia da scrivere, alla stazione di Palermo.
Così nasceva una canzone d’amore”. È questa la breve presentazione di Love Song, il primo singolo di Tommaso Zazzi, cantautore ventenne di Sansepolcro.

Tommaso Zazzi si affaccia sul mondo della musica attraverso una vecchia chitarra di suo padre; dapprima all’età di nove anni intraprende lezioni di chitarra classica, poi, al liceo, si avvicina al canto, poi alla scrittura. Appassionato di arte e letteratura, vuol raccontare storie, far conoscere un po’ di sé attraverso i suoi testi.

L’avventura musicale del giovane cantautore toscano inizia alla Errevutì, radio locale di Sansepolcro, dove si presenta al pubblico radiofonico parlando di sé e facendo ascoltare i suoi primi brani inediti. Nel gennaio del 2014 partecipa all’Open Space di Marco Fabbri e nel giugno dello stesso anno sperimenta le emozioni del palco, in live con un progetto di gruppo. Il suo scopo è quello di raggiungere il pubblico, farsi conoscere, ed ecco i primi video caricati sulla piattaforma YouTube, la quale ha giocato un ruolo importante. Da qui, una serie di partecipazioni a contest, spettacoli teatrali e serate live, le prime registrazioni in studio.

Il giovane ha un’idea ben chiara di musica: “in un ambiente musicale ormai saturo, dov’è sempre più difficile ascrivere gli artisti ad un genere musicale, dove si è sempre più abituati ad avere a che fare con singole canzoni, il mio intento è quello di rivisitare la definizione di cantautorato.” afferma. Sin da bambino appassionato ai grandi cantautori del passato – uno su tutti De André, al quale lega alcuni tra i primi ricordi in ambito musicale – Tommaso vorrebbe poter osservare con altrettanto stupore ed affezione qualcosa di contemporaneo, attuale. “La musica da cantautorato non deve essere considerata di difficile comprensione, anticonvenzionale, in contrasto con le tendenze odierne;” continua così “si può far poesia con parole semplici. Il pop non va demonizzato. La musica da cantautorato dovrebbe poter essere la condivisione del proprio mondo, le canzoni un mezzo per essere compresi dal proprio pubblico. Vorrei un cantautorato universale, non elitario”.

Love Song, uscito lo scorso 30 agosto, è il primo traguardo di un EP di quattro brani, prossimamente disponibili, prodotto in cooperazione con Alessandro Cecconi per la Meltina Records. Il ritmo vibrante e le parole fresche riassumono il percorso artistico che ha portato Tommaso alla pubblicazione del suo primo lavoro. Brano divertente, semplice – di quella semplicità che il suo autore vuole far propria – è un primo assaggio della personalità di un giovane artista, una finestra su un progetto artistico che verrà completato ed approfondito con i prossimi brani.

Attendiamo.