Ancelotti: “De Laurentiis non mi chiede di vincere, ma fare spettacolo”

0
Ancelotti

La nuova stagione è ormai iniziata. Il Napoli, dopo aver vinto a Firenze, non è riuscito ad uscire dall’Allianz Stadium con un risultato positivo, anche se la rimonta in pochi minuti fa ben sperare Carlo Ancelotti e i milioni di tifosi presenti nel mondo.

Il mister partenopeo, dopo la gara, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “È uno dei pochi presidenti che ha grande rispetto del mio lavoro: chiede informazioni, ma senza mai mettere la propria voce nelle scelte. Gli piace ascoltare ma si ferma lì e poi è un grande imprenditore: vuole una società sana. Non ho mai sentito il presidente dire ‘oggi dobbiamo vincere’, ma più che altro fare un bello spettacolo, far felici i tifosi”.

La Voglia di tornare in Italia. Non è che erano tante le squadre in Italia dove posso andare, mi piaceva il progetto della società e mi piaceva anche il Napoli di Sarri. Il Napoli può vincere in Italia, non so tra quanto tempo, ma è una squadra destinato a crescere”.

È vero che Napoli è presa di mira, ma è un problema generalizzato. La violenze e l’insulto non ci sono più da nessun altra parte, soltanto in Italia. Non è più normale da nessuna parte, siamo vecchi! Il fatto di dover andare allo stadio con la polizia, non va bene”.

Belle parole, quindi, da parte di Carlo Ancelotti per Aurelio De Laurentiis. Parole, però, che non sono piaciute molto ai tifosi partenopei i quali stanno aspettando da anni di vincere qualche trofeo importante come lo Scudetto.