Esclusiva, Andrea Candolfo:” In come il profumo delle tue mani racconto di un amore speciale “

Il cantautore Andrea Candolfo si è raccontato in esclusiva a Dailynews24

0
Andrea Candolfo
Andrea Candolfo

In esclusiva per Dailynews24 il cantante Andrea Candolfo.

Ci racconti chi è Andrea Candolfo?
Andrea Candolfo è semplicemente un ragazzo di 26 anni, nato e cresciuto a Milano con la forte passione per ogni tipo di musica. Un ragazzo che ama l’arte in generale, un cantautore innamorato delle parole e delle emozioni. Mi definisco una persona umile che ha ricevuto le sue rivincite, che ha fatto ” qualcosa “, ma che ancora tanto deve fare

Quand’è che hai capito che avresti voluto intraprendere la carriera di cantante?
L’ho capito all’età di circa 11 anni. Lo so, ero un ragazzino, ma già iniziavo a scrivere i miei primi testi, ero già un sognatore a quell’età.  Amavo semplicemente la musica, l’ho sempre amata, inoltre suonavo la chitarra a livello scolastico.Ho  sempre fatto quasi tutto da solo e ne sono molto orgoglioso. Nel corso degli anni la mia passione per la musica non è mai rimasta costante, ma è stata sempre un crescendo di emozioni.

E’ uscito il tuo nuovo singolo, “Come il profumo delle tue mani”. Ci racconti com’è nato? Di che cosa parla?
Il singolo è nato una sera al pianoforte. Ho chiamato subito il mio autore e gli ho raccontato l’idea. Doveva essere il pezzo che chiudeva l’album, quei pezzi che rimangono un pò ” nascosti “.
Invece quando la ascoltò l’idea iniziale cambiò completamente, diventando un singolo.
Parla di un Amore speciale, il fatto di promettere la propria presenza a qualcuno, parla del fatto di esserci, essere presente nella vita, Il fatto di dire ” CI SARO’ ” non è poi cosi scontato. E’ un brano molto cantautorale, intimo, orchestrale, ma a tratti molto fresco.

Il singolo è il terzo estratto dal tuo album “Non racconto l’amore”. Ci racconti qual è il lavoro che c’è dietro la creazione di un album e com’è nato il tuo?
Realizzare un album è una fatica incredibile, soprattutto se decidi di farlo in maniera professionale per poi proporlo a qualcuno. Realizzare un album richiede una concentrazione pazzesca, io ricordo che la notte non chiudevo occhio. Ero dimagrito molto perchè la preoccupazione era alle stelle. Quando credi a qualcosa funziona cosi, purtroppo. Quando hai un sogno devi lottare. Sono una persona molto precisa, considera che già due anni fa avevo concluso l’album, finito e già mixato, ma decisi di rifarlo completamente perchè alcune cose non mi convincevano. Lo so, sono un po pazzo !!!!!
Però realizzare un lavoro di questo tipo, con musicisti professionisti, è stata una esperienza bellissima.

C’è un cantante con cui ti piacerebbe duettare in futuro?
Amo la musica italiana, ma non ho mai desiderato duettare con nessuno, però c’è una cosa che vorrei fare, ovvero scrivere per altri artisti. Questo sarebbe un mio desiderio.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Il mio sogno nel cassetto è quello di far conoscere la mia musica in più posti possibili, a più persone possibili. Tanti ti avrebbero risposto: diventare famoso.

Io invece credo che il successo sia una conseguenza.

Quali sono i suoi progetti futuri?
Sto già lavorando a qualcosa di nuovo, è ancora tutto in fase embrionale, ma un singolo che mi riporterà un po in giro arriverà.

 

Gallery Andrea Candolfo