Andrea Damante, duro attacco di Selvaggia Lucarelli contro il deejay: “Inciampo nella sua vita dorata”

Ennesimo attacco della giornalista contro il deejay a causa delle norme anti-contagio

0
Andrea Damante, fonte: profilo ufficiale Instagram

Andrea Damante è finito nuovamente nell’occhio del ciclone a causa di alcuni atteggiamenti che hanno fatto indispettire Selvaggia Lucarelli. Non è la prima volta che la giornalista 47enne si scaglia contro qualche personaggio pubblico, infatti, anche l’anno scorso parlò del deejay. Il motivo è sempre lo stesso: mancato rispetto delle norme anti-contagio in piena pandemia. Vediamo cosa è successo.

Attacco al deejay

In questi giorni, sono arrivate diverse segnalazioni a Selvaggia Lucarelli, ma anche ad altri giornalisti come Gabriele Parpiglia, circa alcuni comportamenti fuori dalle regole di personaggi pubblici e influencer. Non è infatti la prima volta che i giornalisti si prendono a carico il compito di mostrare le scorrettezze di alcuni cittadini in piena pandemia. Questa volta è toccato ad Andrea Damante, noto deejay e influencer, il quale si è sempre scagliato contro alcune misure del governo inerenti alla chiusura delle discoteche.

Le segnalazioni arrivate in questi giorni sono sempre le stesse: feste e festini in montagna, con tanto di dj e zero rispetto delle norme anti-contagio. I protagonisti di questi eventi, inoltre, per nascondere il tutto non hanno nemmeno pubblicato le stories su Instagram, come è ormai solito fare. La giornalista 47enne è la seconda volta che attacca pubblicamente il deejay veronese sulla questione Covid-19. Vediamo cosa ha detto questa volta.

“Non seguo questa gente ma una cosa la so con precisione: dalla seconda ondata con le feste in Sardegna ad oggi, la persona su cui mi sono arrivate più storie, più video, più segnalazioni è Andrea Damante. E non a caso ha preso più volte il Covid, che evidentemente considera un inciampo nella sua vita dorata. Non aggiungo altro, solo che se tutti avessero avuto il suo stile di vita in questi due anni, non saremmo usciti più di casa. E invece molti di noi sono stati responsabili, anche per permettere a lui di mettere (male) due dischi. Spero che le discoteche si ricorderanno di questo signore. Naturalmente quando riapriranno, mentre lui fa festa in locali che si improvvisano discoteche” ha scritto la Lucarelli sui social.

Non solo Damante ma pare che a questo festino ci fossero anche Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser. Tuttavia, a detta della Lucarelli non sarebbe la prima volta che il deejay adotta comportamenti simili: durante l’estate 2020, infatti, il ragazzo fu bacchettato per aver presenziato ad un evento in una discoteca di Alba Adriatica, in Abruzzo. Effettivamente poi il locale fu chiuso per cinque giorni poiché non rispettarono nessuna norma anti-contagio.