Angela Lansbury non è morta: La nostra Signora In Giallo è più viva che mai!

0
angela-lansbury
Angela Lansburry non è morta: La nostra Signora In Giallo è più viva che mai!

Quella di Angela Lansbury è soltanto l’ultima delle tante bufale sulla morte di personaggi famosi dello spettacolo, del cinema o della musica. Proprio poche settimane fa, ad esempio, era stata diffusa anche la notizia della morte di Iva Zanicchi, prontamente smentita dalla diretta interessata.

Nel mirino delle bufale anche personaggi della cronaca, come Totò Riina che proprio pochi giorni fa era stato dato per morto. Tutte bufale, che si rivelano per quello che sono nel giro di poche ore, ma che nel frattempo tengono in apprensione i tanti fan dei personaggi interessati dalla notizia.

Questa volta è toccato ad Angela Lansbury, l’indimenticabile Jessica Fletcher, che invece sta benissimo ed è viva e vegeta. I suoi fan ed i suoi tantissimi seguaci, quindi, possono dormire sonni tranquilli perché l’attrice londinese gode di ottima salute.

I più in Italia non possono non aver visto almeno una volta le sue dita scorrere leggere sulla macchina da scrivere di autrice di bestseller e infallibile detective nella sigla de La Signora in giallo. E non possono non averla seguita almeno una volta, armata dei suoi indimenticabili tailleur e delle sue borsette, nel risolvere uno dei misteriosi omicidi che le capitano insistentemente tra i piedi sia che si trovi a New York sia nella sua tranquillissima Cabot Cove nel Maine.

Novanta candeline per Angela Lansbury, Oscar alla carriera lo scorso anno, per tutti Jessica Fletcher, la detective in gonnella nella serie televisiva La signora in giallo. Ma forse non molti sanno che l’attrice anglosassone è sul set da quando aveva 18 anni e che ha indossato i panni più diversi: dalla domestica di Angoscia, il film di Cukor in cui recitò appena maggiorenne, alla seduttrice di Sansone e Dalila, alla spietata protagonista di Va’ e uccidi, all’apprendista strega di Pomi d’ottone e manici di scopa, etc…

Quasi impossibile insomma riassumere in poche righe la carriera di questa attrice anglosassone che sbarcata negli States è divenuta un’icona del cinema, del teatro e della tv. Settant’anni di carriera, dal cinema al piccolo schermo, ma dominato soprattutto dal teatro. “Non c’è palcoscenico a New York dove non abbia recitato”, si dice di lei nella Grande Mela, che l’ha adottata come una figlia riconoscendo le sue qualità e in questi giorni ne celebra la formidabile carriera. Quasi le viene ‘perdonato’ il successo mondiale avuto con la serie tv Murder, she wrote-La Signora in giallo, che continua ad appassionare sempre nuove schiere di fan.