“Appuntamento al parco”: come riscoprire la gioia di amare

0
appuntamento al parco
Cineblog

Il 14 settembre esce in tutte le sale italiane, la nuova commedia romantica “Appuntamento al Parco” di Joel Hopkins. Si racconta la storia vera di un uomo e una donna di mezza età che vivono in solitudine ma l’incontrarsi desterà in loro energia e voglia di compagnia. appuntamento al parco

Gli attori protagonisti scelti sono Diane Keaton Brendan Gleeson. Il film, distribuito nel nostro paese da Bim Distribuzione, è stato girato in Inghilterra e precisamente a Hampstead. Inoltre, il regista li ha definiti “una strana coppia che, però, rappresenta un punto di forza per il film!”. L’idea di lavorare a questa storia è venuta ad Hopkins, leggendo un articolo su di un quotidiano che definiva, Harry Hallowes, come il senzatetto inglese più ricco. Come accade molto spesso, l’ispirazione per un film può giungere dalla realtà. Documentandosi sulla vicenda, il regista ha scoperto che quell’uomo si era costruito una specie di baracca di plastica al confine con il parco. Lì intorno arrivava gente di ogni tipo: dai musicisti agli invadenti; da quel momento ha deciso di farne un film che avesse al centro l’amore per la vita e la consapevolezza che tutti in questo mondo (nonostante l’età avanzata) possono crearsi delle opportunità.

appuntamento al parco
Mr. Harry Hallowes. La sua storia ha ispirato “Appuntamento al parco”.

Non si pensi, però, che “Appuntamento al Parco” sia unicamente sdolcinato o melenso anzi si affronta anche una tematica attuale circoscritta alla legalità di determinate costruzioni. Infatti, nel paese della regina Elisabetta bastano dieci anni per fare in modo che quella parte di terreno occupata dal signor Hallowes, non venga distrutta. Lui ha passato trent’anni della sua vita in quel luogo.