Aprilia pronta per l’undicesimo round della SBK in Malesia

0

Anche Aprilia Racing Team è pronta a scendere in campo in Malesia per l’undicesimo round del Mondiale SBK.

Tanta è l’attesa per la seconda wild card dell’anno di Max Biaggi, già a Sepang da due settimane per svolgere dei test preparatori, mentre con i suoi due alfieri è pronta a tentare di arrestare la corsa di Rea verso il titolo. “Aspettavo con ansia la gara in Malesia. Quello di Laguna Seca per me è stato il weekend più difficile della stagione, voglio tornare alla vittoria e credo che la pista di Sepang sia il posto giusto per farlo. E’ tradizionalmente un buon circuito per Aprilia e sono sicuro che anche il contributo di Max potrà esserci d’aiuto. Ora non ci resta che iniziare a lavorare con il massimo impegno fin dai primi giri, gestire bene il setup viste anche le condizioni estreme sarà fondamentale”. Carico e agguerrito Haslam, non è da meno il suo compagno di box Torres. “Sepang è un circuito lungo e molto vario. Sarà fondamentale trovare un buon setup in frenata, perchè ce ne sono parecchie, e lavorare sul grip nelle particolari condizioni di temperatura e umidità. Il circuito mi piace, così come l’atmosfera e la gente del posto. Credo che la Malesia sia proprio un bel paese. Dopo Laguna Seca dovrò ripetermi sugli stessi livelli, sono pronto a nascondermi dietro la carena nei due lunghi rettilinei!”.

Biaggi però ha tutti gli occhi puntati addosso, a fronte appunto del test fatto prima di scendere in pista per la gara.  “Quasi non riuscivo a credere di avere fatto tutto quel viaggio dall’Europa fino in Malesia per poi incontrare così tanta pioggia! Alla fine ci è rimasto soltanto un giorno valido e per giunta abbiamo avuto un problema tecnico. Ho fatto qualche giro, ma sicuramente non è stato abbastanza. Rispetto a dieci anni fa la pista ha qualche sconnessione in più, ma il tracciato è sempre speciale.” Sepang è una pista speciale per il pilota romano che qui ha siglato cinque vittoria nella sua carriera tra 250 e 500. “Sono felice di essere qui, Sepang è uno dei più bei tracciati al mondo” ha continuato Biaggi. “Le condizioni meteo inoltre rendono questo evento davvero unico nel suo genere. Dopo Misano abbiamo preso la decisione di venire anche qui e ad essere onesti non mi ricordavo facesse così tanto caldo. Non possiamo farci niente, ma solo dare il massimo e preparare la giornata di gare al meglio”. Obiettivo podio? Nulla è dato per scontato. “Lo scopriremo presto. Sarà difficile perché a Misano ho sicuramente avuto più tempo a disposizione in pista, mentre qui non abbiamo avuto questa possibilità. Accetterò qualsiasi cosa arriverà anche se l’obiettivo è fare qualcosa in più rispetto al round precedente. È difficile pensare al podio comunque, dobbiamo tenere a mente che non ho corso per tanto tempo”.

La prima wild card è arrivata a Misano, gara di “casa” per Biaggi e il suo ritorno ha scatenato un enorme interesse su tutti i fronti. “Dopo aver vissuto un sogno a Misano, dove ho riscoperto il calore dei miei tifosi e l’adrenalina della gara, nella seconda wild card di Sepang mi aspetta un weekend impegnativo. Durante i test ho scoperto le difficoltà di una pista complessa, con condizioni climatiche al limite, e aver perso del tempo prezioso non ci aiuta. Dovremo rimanere concentrati al massimo per sfruttare ogni sessione di prova, i ragazzi del mio team saranno sottoposti ad una grande pressione ed io stesso dovrò tirare fuori il meglio. Crescere rispetto ai risultati di Misano non sara’ una passeggiata, ma non è la prima volta che mi trovo ad affrontare una sfida impossibile. Spero di divertirmi e di regalare spettacolo al pubblico della Superbike”.