domenica, Aprile 14, 2024
HomeCronacaCronaca localeArea Nord, giuglianese nell'equipe di medici che ha salvato 14enne al Monaldi

Area Nord, giuglianese nell’equipe di medici che ha salvato 14enne al Monaldi

C'è anche un medico di Giugliano nell'equipe coordinata dal primario Diego Cuccurullo che ha operato la 14enne al Monaldi...

Nell’equipe che ha operato al Monaldi una 14enne cardiotrapiantata e affetta dalla sindrome di Sotos (gigantismo), c’è anche un medico di Giugliano, Andrea Petraio, responsabile dei medici dell’Uosd di “Assistenza meccanica al circolo e dei trapianti in pazienti adolescenti”, che hanno collaborato con il primario di Chirurgia Generale del Monaldi, Diego Cuccurullo, e con gli anestesisti Michele Iannuzzi e Giovanni Messina, dell’Uoc di Anestesia e Rianimazione diretta da Antonio Corcione.

L’intervento era diretto ad eliminare una consistente massa ovarica dall’addome della ragazzina grazie alla tecnica laparoscopica. L’obiettivo era quello di evitare ulteriori cicatrici e di utilizzare un metodo mini invasivo, fattore che ha reso l’operazione molto complessa.

Grande la soddisfazione di Cuccurullo per l’ottima riuscita dell’intervento, ecco le parole del primario ai microfoni dell’Ansa:

“Si è trattato di un intervento mini invasivo su una adolescente ‘complicata’ che cresce di tre centimetri ogni anno, – ha spiegato Diego Cuccurullo all’Ansa – una paziente sottoposta alla ricostruzione della valvola mitralica e a cui è stato impiantato un cuore artificiale, nel 2012, rimasta sotto assistenza cardiaca meccanica per circa 500 giorni, uno dei casi più longevi. Sul suo addome ci sono cicatrici multiple e con la laparoscopia siamo riusciti a evitarne altre e a garantire le dimissioni dopo pochi giorni”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME