Arredamento interni, le tendenze più recenti

0

Le tendenze di design degli ultimi mesi permettono, a chi lo desidera, di arredare la propria abitazione all’insegna della contemporaneità: tra accessori, decorazioni e colori, ci sono un sacco di dettagli che vale la pena di conoscere. A cominciare, per esempio, dal Greenery, vale a dire il colore pantone dell’anno che si sta per concludere: il 2017, infatti, è stato caratterizzato da questa tonalità di verde direttamente ispirata dalla natura, con sobrietà e delicatezza.

Si tratta della scelta raccomandata a chi vuol ricreare un’atmosfera rilassante e fresca nel proprio appartamento: la sensazione è quella di poter toccare con mano le foglie, i germogli e l’erba, mentre i toni caldi di giallo consentono di evitare un effetto eccessivamente freddo e di dar vita a un clima accogliente e rassicurante. Ovviamente uno dei punti di forza del Greenery è il suo richiamo all’importanza di rispettare l’ambiente: insomma, si tratta di un colore decisamente confortevole, in grado di garantire il massimo della serenità per un rifugio domestico da cui non ci si vuole allontanare. E naturalmente non è obbligatorio ridipingere la casa da cima a fondo: si può scegliere questo verde solo per un accessorio, un divano o un mobile vecchio da decorare.

    1. Vintage e anni Ottanta

Un altro dei trend da non sottovalutare in questi mesi è quello del ritorno agli anni Ottanta: una rievocazione che coinvolge tutto il clima culturale del momento e che, dunque, non può non riguardare anche il design di interni. Si tratta di un revival certo non imprevisto, che si concretizza nella riproposizione di tinte molto forti e decise, mentre le superfici lucide o laccate sono rivisitate in una chiave contemporanea che non esclude il ricorso al marmo o al legno. Per quel che riguarda i materiali prediletti, si spazia dal legno al metallo, passando per il vetro: l’importante è che siano abbinati con tonalità scure. Per un soggiorno, per esempio, si può optare per un divano in pelle marrone o in pelle nera, magari di fianco a un tavolino in acciaio e vetro; mobili scuri anche perr la camera da letto, sia che si tratti di una consolle, sia che si tratti di una cassettiera.

    1. Il marmo in bagno

In bagno, il materiale d’eccellenza sembra essere il marmo, a dimostrazione di come il lusso sia sempre protagonista: un lusso che, tuttavia, è alla portata di tutti e non presuppone spese eccessive. L’eleganza del marmo ne fa uno dei più nobili materiali di sempre, ovviamente proposto in versione moderna. Come? Attraverso il gres porcellanato effetto marmo. In altri termini, marmo che marmo non è, e che proprio per questo motivo è molto meno dispendioso e, soprattutto, presuppone meno cure. Il materiale viene ricavato in seguito a un processo di sintetizzazione di sabbia, caolini, feldspati e argille ceramiche, e – tra l’altro – ha il pregio di resistere senza problemi alle abrasioni. Duraturo nel tempo, può essere scelto anche da chi è un amante del marmo originale ma non ha a disposizione un budget sufficiente per acquistarlo. Le nuance più calde e più chiare sono le più apprezzate, specialmente nel caso in cui vengano affiancate a mobili a contrasto.

Per avere un’idea delle tendenze più recenti in fatto di interior design si può dare un’occhiata anche al catalogo di Cappellini, un’azienda leader del settore che da tempo è all’avanguardia. Infine, vale la pena di ricordare il boom del rose gold, una sfumatura che si colloca a metà tra il rame e l’oro: del primo conserva il calore, mentre del secondo mentiene l’opulenza. Il tutto è impreziosito da una nota di rosa che lo rende più raffinato e versatile, capace di adattarsi a complementi di arredo di ogni tipo. L’oro rosa è destinato a diventare sempre più importante nel contesto dell’home decor, e si integra alla perfezione con il legno.