Dr. Jekyll and Mr. Hyde: tra Premier e Champions, è un Arsenal dai due volti

0

Premier League: 13 partite, 8 vittorie, 2 pareggi, 3 sconfitte. Champions League, girone F: 3 partite, 1 vittoria e 2 sconfitte. E’ un Arsenal decisamente bipolare quello che calca i campi quest’ anno. Si, perchè se in Premier viaggia con una media punti molto alta e si trova nel gruppone in alta classifica per giocarsi il titolo, in Champions la situazione invece è disperata: in un girone nel quale il Bayern Monaco fa un percorso a sè, la squadra di Wenger non è riuscita a tener testa ad Olympiakos e Dinamo Zagabria. La classifica vede i greci appaiati al Bayern con 9 punti e l’ Arsenal a quota 3 insieme ai croati. Stasera torna la massima competizione europea e per l’ Arsenal è già tempo di dentro o fuori, con una vittoria obbligata da centrare in casa contro la Dinamo Zagabria ed un occhio rivolto in Germania, dove per il Bayern dovrebbe rappresentare una formalità battere l’ Olympiakos, ma nel calcio, retoricamente, non si può mai sapere. In campionato, la grande vena realizzativa del francese Olivier Giroud sta trascinando la squadra, con 7 reti messe a segno nelle prime 13 ( quasi una rete ogni due gare ) e tralasciando l’ ultimo scivolone in casa del West Bromwich, in generale la banda di Wenger può ritenersi una delle possibili sorprese la vittoria finale. Ma è tempo di Champions League e una squadra di tale blasone non può rischiare di uscire da un girone abbordabilissimo quanto meno per la conquista della seconda posizione. In tal senso, Wenger deve fare i conti con una lista corposa di infortunati: Coquelin, Arteta, Wilshere, Walcott, Oxlade-Chamberalin, Rosicky e Welbeck. Senza contare che la presenza di Ramsey è in forte dubbio. Per questi motivi, dovrebbe giocare Gibbs come esterno alto offensivo in compagnia di Sanchez e Ozil dietro l’ unica punta che è l’ intoccabile Giroud. Flamini-Cazorla possibile coppia di mediani a centrocampo. Bellerin-Mertesacker-Koscielny-Monreal il quartetto difensivo a protezione di Petr Cech, regolarmente tra i pali. Tutti pronti all’ Emirates Stadium per Arsenal-Dinamo Zagabria: gli inglesi per riconquistare i tifosi in campo europeo, i croati per inseguire il sogno degli ottavi.