Arthur fa fatica, ma nella nuova Juve di Pirlo c’è poco spazio per Bentancur

Il centrocampista uruguaiano sembrava destinato ad un ruolo di primo piano, ma Pirlo preferisce giocatori con caratteristiche diverse

0
Bentancur, google contrassegnate per essere riutilizzate. Wikipedia
Bentancur, google contrassegnate per essere riutilizzate. Wikipedia

Sembrava dovesse essere la stagione di Rodrigo Bentancur, ma il centrocampista della Juventus è in fondo alle gerarchie di Andrea Pirlo, che almeno in questa prima parte di stagione si sta affidando a giocatori con attitudini diverse.

Il centrocampista uruguaiano nella passata stagione ha preso in mano le redini della mediana di Sarri e con l’addio di Pjanic sembrava destinato ad un ruolo di primo piano nel nuovo corso bianconero, ma non è stato così.

Fino a questo momento l’ex Boca ha collezionato solamente una presenza da titolare per 90 minuti a Crotone, per il resto 12 minuti con la Samp, 22 con la Roma e panchina nella gara di ieri con il Verona.

Numeri deludenti se si aggiunge il fatto che la mediana bianconera non sta certamente brillando. Ad eccezione di Rabiot, il nuovo arrivato Arthur sta faticando ad imporsi e McKennie ha fatto bene con la Samp per poi calare con la Roma prima di risultare positivo al Covid.

Tuttavia Pirlo preferisce il fraseggio di Arthur e la fisicità di Rabiot o dello stesso McKennie alla qualità in fase di impostazione dell’uruguaiano. Al momento il tecnico non è intenzionato a cambiare, ma l’impressione è che Bentancur serva come il pane a questa Juve.