Asteroide 2009 JF1: la Nasa lancia l’allarme

0
Asteroide 2009 JF1

Si chiama asteroide 2009 JF1 e questo maggio passerà a una distanza davvero ravvicinata dalla Terra. Il rischio di impatto c’è. Vi è una probabilità su 2600 che questa roccia spaziale vagante colpisca il nostro pianeta, anche se secondo le statistiche si tratta di un rischio significativo.

L’asteroide 2009 JF1 prende il nome dall’anno della sua scoperta. Gli astronomi hanno avvistato l’asteroide per la prima volta nel 2009 mentre sfrecciava tra la Terra e la Luna. La Nasa e l’Agenzia Spaziale Europea hanno determinato le probabilità di impatto dell’asteroide 2009 JF1. Gli esperti stanno monitorando il corpo celeste attraverso specifici programmi.

Gli esperti all’inizio avevano considerato il corpo celeste molto pericoloso e di dimensioni medie, paragonabili a quelle della Piramide di Cheope. Inizialmente gli astronomi avevano stimato il diametro del corpo celeste sui 130 metri. L’effetto dell’impatto di un tale asteroide, è analogo ad un’esplosione causata da 230 chili di dinamite. Tuttavia oggi, grazie alle ultime osservazioni della Nasa e dell’Agenzia spaziale europea, sappiamo che è decisamente più piccolo: appena 13 metri.

Come molti altri suoi simili, è stato classificato dalla Nasa come “near earth object” per via della vicinanza della sua orbita alla Terra, ma non è considerato pericoloso perché le simulazioni al computer non hanno indicato elevate probabilità di collisioni future