Atomica Bionda (Atomic Blonde): la bella e talentuosa premio oscar Charlize Theron protagonista di una spy story tutta adrenalinica

0
Charlize Theron in Atomica Bionda, fonte screenshotyoutube
Charlize Theron in Atomica Bionda, fonte screenshotyoutube

Atomica Bionda (Atomic Blonde) è un film del 2017 diretto da David Leitch, l’ex stuntman che si prepara a girare il sequel di Deadpool. Il film è l’adattamento cinematografico della graphic novel del 2012 “The Coldest City” scritta da Antony Johnston ed illustrata da Sam Hart.

La protagonista assoluta di questa nuova pellicola e la bella e talentuosa Charlize Teron che veste i panni di Lorraine Broughton, una spia di massimo livello dell’intelligence britannica. La Theron sarà affiancata da un altro grande attore James McAvoy che interpreterà David Percival, il direttore della sede dell’MI6 Britannica.

La storia ci catapulta nel 1989 dove Lorraine Broughton, agente dell’MI6 britannico, viene inviata a Berlino per distruggere una spietata organizzazione di spionaggio colpevole di avere ucciso un agente sotto copertura, per motivi ignoti. Lorraine riceve l’ordine di collaborare con il direttore del MI6 della sede di Berlino, David Percival. I due formeranno un’incerta alleanza, facendo forza sulle loro abilità di perseguire una minaccia che potrebbe causare una terza guerra mondiale.

Atomica Bionda, ha visto Charlize Theron sottoporsi ad un duro allenamento. Ad aiutarla durante la preparazione ci sono stati otto personal trainer e per alcuni giorni si è allenata insieme all’amico e collega Keanu Reeves.

La Theron come ben sappiamo dalle sue precedenti interpretazioni si cala completamente nel personaggio, cambiando non solo il suo aspetto fisico, ma anche sottoponendosi a duri e estremi allenamenti. Nel film la vedremo infatti con molti lividi e ecchimosi, non dovuti al trucco e di certo non mancherà la sensualità che l’attrice mostra naturalmente.

Il trailer mostra azione e adrenalina pura, il film è accompagnato anche dalle canzoni dei Depeche Mode, David Bowie e ‘Til Tuesday che rendono il tutto meno noir e molto più rock, sottolineando non la fredda e gelida Berlino, ma i suoi fantastici colori.