Australia: 262 koala a rischio estinzione

0

La notizia dello “sfratto” di 262 koala arriva dalla Contea di Gunnedah, Nuovo Galles del Sud, in Australia: qui è stato approvato un progetto per la costruzione di una miniera di carbone. Avendo avuto il via libero dal tribunale alla costruzione della miniera, la compagnia Shenhua Watermark Coal ha indirettamente ricevuto il via libera a distruggere l’habitat naturale di 262 koala che ora si trovano nella Contea: saranno spostati altrove se la compagnia che ha ottenuto la concessione andrà avanti con il suo piano da 1,2 miliardi di dollari australiani. La corte del Nuovo Galles del Sud, che si occupa di temi ambientali, ha così deciso nel caso portato in tribunale da un gruppo di ambientalisti locali, l’Upper Mooki Landcare, contro la società Shenhua Watermark Coal e contro il ministro della Pianificazione dello Stato australiano. La compagnia da parte sua ha promesso che cercherà di incoraggiare i koala presenti nella Contea di Gunnedah a spostarsi naturalmente, e, nel caso non dovesse riuscirci, gli esemplari saranno trasportati a mano in altra località. Ma gli ambientalisti si preoccupano del fatto che a Gunnedah, dal 2009, la popolazione di koala si è già ridotta del 70% e dunque se il piano di sfratto non dovesse andare a buon fine c’è il serio pericolo di estinzione dei marsupiali.