Auto usate: come individuare quelle in condizioni migliori?

0

 

Le auto usate continuano a fare la voce grossa nel mondo del mercato dei motori. Sempre più utenti, infatti, si rivolgono al web per cercare l’auto usata perfetta per le nostre esigenze. Ma tra le tante proposte sul web, come individuare quelle in condizioni migliori? Grazie ai consigli della redazione del compro auto SoluzioneAuto.it siamo riusciti a mettere giù una guida che potrà essere utile a chi è alla ricerca di un’auto usata ma in buone condizioni.

 

Innanzitutto per un controllo dello stato generale del veicolo si può controllare il funzionamento degli ammortizzatori in modo molto semplice: mettetevi dietro all’automobile e premete forte con le mani in modo da farla abbassare. Lo scopo è controllare in che modo l’auto torna in posizione normale. Dovrebbe farlo con lentezza, senza scatti; se lo fa di colpo, gli ammortizzatori sono guasti, o comunque non in buono stato. Il secondo controllo riguarda lo spessore del battistrada delle gomme, che non deve essere troppo consumato. Se si infila una moneta fra le scanalature, questa deve poter entrare fin verso la parte centrale; se non è così, il battistrada è eccessivamente consumato e sarà bene farlo notare.

 

È importante anche controllare la documentazione del veicolo, che deve essere completa e subito disponibile, stando attenti che tutti i documenti necessari al passaggio di proprietà siano regolari, in modo da non avere problemi successivi all’acquisto.

 

Un ultimo consiglio, non meno importante, è controllare il contachilometri: questo deve indicare quanto dichiarato dal venditore al momento dell’accordo. State attenti perché è un dettaglio molto indicativo e se i dati non dovessero corrispondere sarà il caso di pensare di comprare la nostra nuova automobile altrove.

 

Bisogna ricordare che in caso di acquisto da privato la garanzia del venditore non esiste, è solamente un patto tra gentiluomini, ma bisogna mettere in conto di rovinare le migliori amicizie e parentele. Diversamente, con un venditore professionale è possibile infatti fare una serie di verifiche preliminari sulla vettura, prima ancora di considerare che la garanzia è di 24 mesi in genere, di 12 se tra le parti si raggiunge un accordo diverso che prevede un forte sconto per l’acquirente.

 

La garanzia legale di conformità copre guasti successivi al ritiro dovuti a criticità precedenti o da manomissioni al chilometraggio per “ringiovanire” l’auto; in questo caso è possibile la risoluzione del contratto. E’ consigliata anche una visura al PRA attraverso la targa per controllare la revisione ed eventuali fermi amministrativi. Dal libretto di manutenzione si può controllare la manutenzione ordinaria obbligatoria per la garanzia, soprattutto su auto quasi nuove.

 

Per una valutazione accurata è possibile anche solo affidarsi al numero di targa. Il valore di un’auto, infatti, è stabilito anche dalla regolarità dei pagamenti, dal numero di persone che in precedenza ha posseduto il veicolo e dalla presenza di fermi amministrativi e dalle revisioni effettuate. Gli strumenti gratuiti per valutare un’auto dalla targa sono diversi. Innanzitutto ci si può affidare al certificato di proprietà digitale, documento rilasciato dall’Aci che indica tutte le informazioni giuridico-patrimoniali del veicolo. Sul valore dell’auto incide anche il pagamento del bollo auto. Se non sono in regola il valore dell’autovettura cala sensibilmente.