Banksy, espone in Piazza San Marco: “Preparando la mia installazione alla Biennale Di Venezia”

0

Confermata la presenza di Banksy a Venezia. Uno dei più famosi street artist mondiali rimane ancora “senza volto”. Sconosciuta infatti la sua identità, ancora una volta l’artista ha lasciato le sue tracce senza farsi identificare.

Il tutto è iniziato con un post su instagram dove l’artista lamenta di non essere stato invitato alla Biennale di Arte di Venezia. “Preparando la mia installazione alla Biennale Di Venezia. Nonostante sia il più grande e prestigioso evento d’arte nel mondo, per qualche ragione non sono stato invitato”. Nel post, un video che racconta l’episodio, probabilmente accaduto il 9 maggio, a soli due giorni dall’apertura al pubblico della 58esima edizione della Biennale di Venezia. L’artista, in Piazza San Marco, ha infatti esposto, seppur per poco tempo un’opera geniale. Si tratta di 9 tele, che formano un’installazione, una grande opera che ritrae una nave da crociera che invade la città. Passando nel canale della Giudecca, sfiora San Marco e il palazzo ducale, tra le gondole. Una chiara denuncia al turismo di massa, argomento già fortemente discusso negli ultimi anni. L’artista, è però stato prontamente allontanato dalle forze dell’ordine, a causa della mancata autorizzazione ad esporre.

Ma Banksy, famoso per i suoi blitz notturni, non ha certo perso l’occasione per lasciare ancora una volta un segno del suo passaggio. Infatti, sul muro della facciata di una casa veneziana, un bambino con salvagente e in mano un razzo segnaletico. Una denuncia che, in questo caso, che va a riprendere il tema delle stragi dei migranti nel mediterraneo.

Ancora una volta, una forma espressiva che lascia tutto il mondo a bocca aperta senza bisogno di ulteriori spiegazioni…