Barça nel caos, il ds Abidal a rischio: conti in rosso e caso Pjanic bloccano il mercato

Il club catalano vive un periodo complicato. Il ds deve stare attento al bilancio e agguantare gli obiettivi di mercato

0
Camp Nou, stadio del Barcellona, Barca, fonte By Ayman.antar7 - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45317270
Camp Nou, stadio del Barcellona, Barca, fonte By Ayman.antar7 - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45317270

E’ un momento tutt’altro che roseo quello che sta vivendo il Barcellona, il club catalano deve fare i conti con la crisi causata dal coronavirus e cerca una mano dal mercato. Il direttore sportivo Abidal ha una lunga lista di esuberi da piazzare, ma cederli senza svalutarli non è affatto semplice.

Ecco perché si stanno studiando strategie per sistemare il bilancio e rinforzare la rosa. Si pensi ad esempio all’affare Pjanic, primo obiettivo di mercato dei catalani, attualmente in fase di stallo per volontà del brasiliano Arthur, non intenzionato a trasferirsi alla Juventus.

Situazioni del genere complicano i piani del ds e mettono in dubbio la sua permanenza qualora gli obiettivi di mercato non dovessero essere soddisfatti. Come se non bastasse il Barça deve far quadrare i conti e la cifra da racimolare prima della fine di giugno non è cosa da poco.

Per risollevare le casse del club serviranno più di 50 milioni di euro per evitare di accumulare altri debiti a quelli già scaturiti causa pandemia, circa 154 milioni.

Una situazione a cui Abidal sarà chiamato a porre rimedio, anche se negli ultimi tempi pare che le funzioni del ds siano state assunte dal direttore generale Oscar Grau e dal presidente Bartomeu. Fattore che fa riflettere in ottica futura, con il futuro di Abidal sempre più in bilico.