Barcellona, non si punta solo sui giocatori famosi

0

C’è una grande differenza tra Barcellona e Real Madrid. Una differenza non di poco conto e che probabilmente aiuta la squadra catalana ad essere la più forte del mondo: gli obiettivi di mercato. Sia Barcellona che Real Madrid posseggono fondi finanziari estremamente elevati, ma tra i due il Real è sicuramente quello che è salito alla ribalta della cronaca per il costo dei suoi acquisti. In questi ultimi anni il Real Madrid, per assicurarsi le firme di Modric, James Rodriguez, Bale e Cristiano Ronaldo, ha sborsato la bellezza di 317 milioni di euro. Il Barcellona, invece, ha fatto due acquisti rilevanti, vale a dire Neymar e Suarez, costati complessivamente 133 milioni di euro, cioè oltre la metà in meno rispetto a quanto speso dai rivali madridisti. Eppure, nonostante lo shopping così costoso, il Real non vince la Liga da ben tre anni. Se non fosse per quella Champions League, vinta sotto la guida di Carlo Ancelotti (poi esonerato a freddo), si parlerebbe di anni bui.

Un’altra grande differenza tra Barcellona e Real Madrid è che i blaugrana fanno un gioco ben preciso, per cui i dirigenti già hanno le idee chiare su quali giocatori potrebbero beneficiarne. Questo significa che i dirigenti del Barcellona hanno vita molto più facile: basta individuare l’obiettivo di mercato e pagare, poco importa quanto. La prova di tutto ciò? Nolito. Il Barcellona le sta provando tutte per convincere il Celta a venderlo, ma dall’altra parte c’è una strenua opposizione. Secondo il Celta, infatti, Nolito (che già aveva giocato da giovane nel Barcellona) vale almeno 20 milioni di euro. Troppo, anche per un calciatore che sta facendo bene, ma che il prossimo ottobre compirà trent’anni. Comunque, come riporta mercafutbol, Nolito piace molto a Luis Enrique, il quale, se non riuscirà a trovare delle alternative, con grandi probabilità lo acquisterà, anche per un cifra elevata.