sabato, Maggio 25, 2024
HomeSportMotoriBastianini "bestiale"! Prima pole di carriera in Catalunya

Bastianini “bestiale”! Prima pole di carriera in Catalunya

Bastianini sbanca la Catalunya: prima pole di carriera e nuovo record di pista.

I pilota riminese, già in grande spolvero questa mattina, ha imposto il suo dominio da subito.

È risaputo che firmare una pole position nella classe cadetta non sia una cosa semplice, le scie cambiano le posizioni in ogni secondo, ma Enea ha amministrato bene le gomme e il traffico in pista completando un giro stratosferico con oltre mezzo secondo di vantaggio nel T1.

L’Italia parte con una buona linea di difesa, anche Antonelli si è distinto particolarmente e all’ultimo giro utile è riuscito a riportarsi in seconda posizione ma al passaggio di Kent e Navarro, terzo e secondo in griglia, è dovuto retrocedere in quarta posizione aprendo la seconda fila di domani.

Con Niccolò, in seconda fila, partiranno anche Oliveira e Vazquez.

Terza fila invece per Quartararo, Ono e Oettl, non è riuscito a strappare una buona posizione in vista della partenza di domani Fenati, tredicesimo, ma è andata molto peggio ai colleghi come Bagnaia e Locatelli che partiranno dalla diciassettesima e dalla diciannovesima casella.

Strappa invece una buona posizione di partenza Maria Herrera, quattordicesima, con Martin e Guevara alle sue spalle.

Deludente la qualifica di Vinales, solo ventesimo davanti a Migno, Tonucci partirà dalla ventiquattresima posizione mentre Manzi e Ferrari si sono accaparrati la ventisettesima e la trentunesima casella.

Qualifica da dimenticare per Livio Loi, caduto anche in questa sessione, mentre per Ana Carrasco arriva l’ennesimo colpo dalla rivale Herrera: la Carrasco partirà dall’ultima casella dello schieramento.

Domani mattina, dalle 11.00 su Sky Sport MotoGP il via alla gara della classe cadetta sul circuito spagnolo, per seguire invece la differita bisogna pazientare fino al pomeriggio alle 14.10 per la differita su Cielo.

Attenzione a fare pronostici: la classe cadetta è la più infida ma l’Italia parte con la giusta motivazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME