Belen Rodriguez, inveisce contro i paparazzi e di mezzo ci finisce anche Michelle Hunziker

0

Essere Belen Rodriguez vuol dire stare sotto i riflettori ogni minuto della propria vita. E questo può portare all’esasperazione. Così è accaduto alla showgirl argentina.

L’ultimo appostamento dei paparazzi fuori da un locale, ha infastidito Belen. L’argentina esasperata, ha reagito in malo modo. “Non mi fate le foto tutto il tempo”, ha gridato la showgirl.

“Sto uscendo di testa. Sto andando a vivere in campagna, non ne posso più!” Alla forte reazione è seguito uno scambio di battute tra lei e un paparazzo su Michelle Hunziker.

Il paparazzo ha fatto notare a Belen Rodriguez come la collega svizzera sia sempre sorridente davanti alle telecamere. “A lei piace”, ha risposto la Rodriguez.

Aggiungendo, anche: “Va in depressione se non ci sono i paparazzi fuori, lo sapete: lei ha sempre il sorriso.

Il momento d’ira della showgirl ha fruttato solo altre critiche sul suo conto. Le forti parole su Michelle hanno portato Belen a scusarsi pubblicamente con la collega.

Voglio chiedere scusa umilmente a Michelle perché in preda ad un momento di nervosismo che ormai non riesco più a gestire ho detto una cattiveria colossale che non penso, sono stata trascinata da un malessere che ho da parecchi anni ormai, che non riesco più a gestire. Purtroppo non posso più accettare di essere pedinata 24 ore su 24 dai paparazzi, e questo mi crea uno scompenso mentale, ed è per questo motivo che viaggio tanto, e cerco di stare lontana da casa.”

Infatti, dato il problema emotivo della modella, lei stessa ha dichiarato che andrà in terapia. “Dopo questo episodio dovrò sicuramente fare un percorso di terapia perché così faccio male solo a me stessa.”

La bella svizzera, invece di prenderla sul personale, ha accolto le scuse di Belen e l’ha rassicurata.

“Ho trovato una persona che invece di essere arrabbiata mi ha abbracciata e capita, e anche se non ci sono giustificazioni all’accaduto la ringrazio, perché mi ha dato un’ulteriore lezione di vita. Me ne vergogno come una ladra, chiedo scusa ancora e ancora, e mi dispiace davvero tanto.